Concorso dirigenti scolastici 2017, Pittoni (Lega): presente alla consegna dei compiti. Al ministero le bozze dei contenziosi

Stampa

“Stamattina ero presente all’attesa consegna dei compiti del concorso dirigenti scolastici 2017. Prova che pare mostrare numerose anomalie, che la politica ha il dovere di approfondire. La vicenda mi sta particolarmente a cuore. Credo sia necessario e urgente intervenire a livello legislativo”. Lo afferma il Senatore Mario Pittoni, Responsabile Dipartimento Scuola Lega e Vicepresidente Commissione Cultura Senato

“Ho quindi messo a disposizione del ministero dell’Istruzione – aggiunge – le bozze delle norme alle quali, in qualità di responsabile del dipartimento Scuola della Lega, ho lavorato per chiudere tutti i contenziosi relativi ai concorsi dei dirigenti scolastici”.

CONTENZIOSO CONCORSO DS 2011

Dopo l’articolo _, inserire il seguente: «Art. __-bis (Provvedimento d’urgenza per il superamento del contenzioso relativo ai concorsi a posti di dirigente scolastico banditi anteriormente al 2017) All’articolo 2 della legge 2019 n. 159, dopo il comma 1, è aggiunto il seguente comma:  «1-bis. “All’articolo 1, comma 88 della legge 13 luglio 2015 n. 107 è aggiunta la seguente lettera: c) – i soggetti che abbiano avuto una sentenza favorevole almeno nel primo grado di giudizio ovvero non abbiano avuto, alla data di entrata in vigore della presente disposizione di legge, alcuna sentenza definitiva ovvero abbiano concluso l’intera procedura selettiva in forza di provvedimenti giurisdizionali cautelari, nell’ambito del contenzioso riferito ai concorsi per dirigente scolastico di cui al decreto direttoriale del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca 13 luglio 2011, pubblicato nella gazzetta ufficiale, 4^ serie speciale, n. 56 del 15/07/2011, ovvero al decreto direttoriale n. 499 del 20 luglio 2015 per l’accesso al corso intensivo per accesso al ruolo di Dirigente scolastico ai sensi dei commi 87 e ss dell’art. 1 della presente legge. I soggetti che superano la procedura prevista al precedente comma 87 sono inclusi in coda alle graduatorie regionali, di cui al comma 1-bis dell’art. 17 del decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128, e successive modificazioni.”»

CONTENZIOSO CONCORSO DS 2017

Dopo l’art. _, aggiungere il seguente: «__-bis (Contenzioso concorso dirigenti scolastici 2017) Al fine di tutelare la continuità e la regolarità dell’azione amministrativa e di prevenire le ripercussioni sul sistema scolastico dei possibili esiti negativi dei contenziosi pendenti relativi al concorso per dirigente scolastico di cui al decreto direttoriale del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca del 23 novembre 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, 4a serie speciale, n. 90 del 24 novembre 2017, con decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, da emanare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono definite le modalità di svolgimento di un corso intensivo di formazione su base regionale di 120 ore con relativa prova finale, valutata  in centesimi, consistente in un colloquio esperienziale e multidisciplinare, finalizzato alla collocazione in coda alla graduatoria compilata ai sensi del sopra nominato decreto direttoriale del 23 novembre 2017 dei soggetti che abbiano sostenuto la prova scritta e che, alla data di entrata in vigore della presente legge, abbiano già ricevuto una sentenza favorevole in primo grado o abbiano, comunque, un contenzioso giurisdizionale in atto avverso il succitato decreto per mancato superamento della  prova scritta o di quella orale nonché dei soggetti che hanno superato le prove scritte ed orali del corso – concorso selettivo per il reclutamento dei dirigenti scolastici delle scuole primarie e secondarie di I° e II° grado a carattere statale in lingua italiana nella Provincia Autonoma di Bolzano indetto con decreto della Sovrintendente Scolastica n. 1828 del 6.02.2018 e del corso-concorso per il reclutamento dei dirigenti scolastici nella Provincia Autonoma di Trento indetto con delibera della Giunta Provinciale n.1921/2017 del 16.11.2017 e che non sono stati ammessi al corso di formazione perché in esubero rispetto ai posti messi a concorso. La prova finale di cui sopra si intenderà superata con il raggiungimento della votazione minima di settanta centesimi. Alla copertura delle attività di formazione, che non devono, comunque, comportare ulteriori spese rispetto a quelle già programmate, si provvede, mediante utilizzo delle risorse destinate alla contrattazione collettiva nazionale di lavoro in favore dei dirigenti scolastici integrate da quelle previste dall’articolo 1, comma 86 e seguenti, della legge 13 luglio 2015, n. 107, come modificata dall’articolo 1, comma 591, della legge 29 dicembre 2017, n. 205.

CONTENZIOSO DS PROVINCE AUTONOME

Dopo l’articolo__, inserire il seguente: «Art. __-bis (Estensione delle disposizioni in materia di nomina dei dirigenti scolastici, di cui all’art. 2 comma 2 bis D.L. 29 ottobre 2019 n. 126 convertito con modificazioni dalla legge 20 dicembre 2019 ai candidati che hanno superato le prove scritte ed orali dei concorsi per l’ammissione al corso di formazione per dirigenti scolastici nelle Province Autonome di Trento e Bolzano) 1. L’articolo 2, comma 2-bis del decreto-legge 29 ottobre 2019 n. 126, convertito con modificazioni dalla legge 20 dicembre 2019, n. 159, si applica, a domanda, anche ai candidati che hanno partecipato alle prove del corso-concorso per Dirigente Scolastico indetto con deliberazione della Giunta provinciale del 16.11.2017 n. 1921 nella Provincia Autonoma di Trento, pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige del 20 novembre 2017 n. 47 e del corso-concorso per dirigente scolastico nelle scuole in lingua italiana nella Provincia Autonoma di Bolzano indetto con decreto della Sovrintendente Scolastica n. 1828 del 6.02.2018, pubblicato nel Supplemento n. 1 al Bollettino Ufficiale della Regione Trentino – Alto Adige del 7 febbraio 2018 n. 6 e che hanno superato le prove, sia scritta che orale, del concorso per l’ammissione al corso di formazione dei suddetti concorsi ma che non vi sono stati ammessi perché non collocati in posizione utile nelle relative  graduatorie. La nomina di tali candidati avverrà successivamente all’assunzione degli idonei del concorso a dirigente scolastico indetto con decreto del Direttore generale del Ministero dell’Università, dell’Istruzione e della Ricerca n.1259 del 23 novembre 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, IV serie speciale n. 90 del 24 novembre 2017, nel territorio nazionale e nel limite dei posti annualmente vacanti e disponibili.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur