Concorso dirigenti scolastici, prova preselettiva: struttura, contenuti e valutazione. Ammissione allo scritto

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il corso-concorso per dirigente scolastico è ormai avviato e, a breve, gli aspiranti presidi sosterranno la prova preselettiva, che si svolgerà il prossimo 23 luglio.

Prova preselettiva concorso dirigente scolastico, confermato il 23 luglio. Bussetti ai docenti “studiate di pomeriggio”. La batteria dei test

Vediamo in questa scheda la struttura, i contenuti e la valutazione della prova.

Struttura

La prova consta di 100 quesiti a risposta multipla, estratti dalla banca dati dei quesiti pubblicati dal Miur.

La prova ha una durata di 100 minuti, allo scadere dei quali il sistema acquisisce definitivamente le risposte del candidato. Sino all’acquisizione definitiva, è possibile correggere le risposte già date.

Ciascuno dei 100 quesiti ha quattro opzioni di risposta, di cui una sola corretta.

L’ordine dei quesiti somministrati sarà diverso per ciascun candidato.

Contenuti

I quesiti verteranno sulle seguenti tematiche:

  • normativa riferita al sistema educativo di istruzione e di formazione e agli ordinamenti degli studi in Italia con particolare attenzione ai processi di riforma in atto;
  • modalità di conduzione delle organizzazioni complesse, con particolare riferimento alla realtà delle istituzioni scolastiche ed educative statali;
  • processi di programmazione, gestione e valutazione delle istituzioni scolastiche, con particolare riferimento alla predisposizione e gestione del Piano Triennale dell’OffertaFormativa, all’elaborazione del Rapporto di Autovalutazione e del Piano di Miglioramento, nel quadro dell’autonomia delle istituzioni scolastiche e in rapporto alle esigenze formative del territorio;
  • organizzazione degli ambienti di apprendimento, con particolare riferimento all’inclusione scolastica, all’innovazione digitale e ai processi di innovazione nella didattica;
  • organizzazione del lavoro e gestione del personale, con particolare riferimento alla realtà del personale scolastico;
  • valutazione ed autovalutazione del personale, degli apprendimenti e dei sistemi e dei processi scolastici;
  • elementi di diritto civile e amministrativo, con particolare riferimento alle obbligazioni giuridiche e alle responsabilità tipiche del dirigente scolastico, nonché di diritto penale con particolare riferimento ai delitti contro la Pubblica Amministrazione e in danno di minorenni;
  • contabilità di Stato, con particolare riferimento alla programmazione e gestione finanziaria presso le istituzioni scolastiche ed educative statali e relative aziende speciali;
  • sistemi educativi dei Paesi dell’Unione Europea.

Valutazione

Il punteggio massimo conseguibile è di 100 punti:

  • punti 1 per ciascuna risposta esatta;
  • punti 0 per ciascuna risposta non data;
  • meno 0,3  punti per ciascuna risposta errata.

Il punteggio della prova è restituito al termine della stessa.

Superamento prova

La prova è superata, sulla base del punteggio conseguito, da un numero di candidati pari a 8700.

Superano, inoltre, la prova tutti i candidati che conseguano nella prova un punteggio pari a quello del candidato collocato nell’ultima posizione utile.

Chi supera la prova proseguirà la procedura concorsuale che, dopo la preselettiva, prevede una prova scritta e una orale per poi essere ammessi al corso di formazione dirigenziale.  Concorso dirigenti scolastici, prove e corso di formazione. Scheda di sintesi

Indicazioni Miur sulla prova

Versione stampabile
anief
soloformazione