Concorso dirigenti: potranno partecipare docenti neoassunti, bastano 5 anni preruolo. Restano furoi i precari. Pronto il Decreto

Stampa

Sarebbe pronto il Decreto, secondo le indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, relativamente all’avvio del prossimo concorso a dirigente scolastico.

Il numero dei partecipanti, per questa tornata, sarà nettamente superiore al precedente concorso, dato che sarà permesso considerare valido per la partecipazione anche il punteggio preruolo.

Quindi, secondo quanto leggiamo nel testo “potrà partecipare al concorso il “personale docente ed educativo assunto a tempo indeterminato, in possesso di diploma di laurea magistrale, specialistica o conseguita secondo il vecchio ordinamento, di diploma accademico di II livello o diploma accademico di vecchio ordinamento, e che abbia un’anzianità di servizio pari almeno a 5 anni, compreso il servizio pre ruolo.”

Restano fuori, invece, i docenti precari. Si tratta di una ulteriore conferma alle nostre indiscrezioni, che abbiamo definito come “nota stonata”.

Perché? Perché esistono sentenze che dicono il contrario. Ad esempio, quella patrocinata dagli avvocati F. Ganci e W. Mi‎celi dell’ANIEF, la n. 5011/14 che ha riguardato tre precari che oggi siedono alla scrivania della dirigenza.

In occasione del dibattito in tribunale, l’avvocatura dello Stato ha affermato che i precari svolgono un lavoro diverso, non potendo ricoprire incarichi e instaurando un rapporto di discontinuità nel servizio, pertanto non avrebbero diritto a partecipare ai concorsi per diventare Dirigenti. Di diverso avviso il giudice.

Possiamo immaginare essere stata questa l’argomentazione che ha portato ancora una volta all’esclusione dei precari.

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese