Concorso Dirigenti, esito ricorso Tar Lazio

di Lalla
ipsef

Avv. Pasquale Marotta – Nella Camera di Consiglio del 02/02/2012, il TAR Lazio – Roma, sez. III Bis, ha respinto la domanda cautelare adducendo la seguente motivazione: “Rilevato che le prove scritte del concorso di cui trattasi si sono già svolte nei giorni 14 e 15 dicembre 2011; che i ricorrenti alle stesse prove scritte non hanno partecipato non essendo stati ammessi in esito alle prove preselettive dagli stessi svolte e non superate; che pertanto allo stato i ricorrenti non otterrebbero alcun diretto vantaggio neanche dall’accoglimento della domanda cautelare”

Avv. Pasquale Marotta – Nella Camera di Consiglio del 02/02/2012, il TAR Lazio – Roma, sez. III Bis, ha respinto la domanda cautelare adducendo la seguente motivazione: “Rilevato che le prove scritte del concorso di cui trattasi si sono già svolte nei giorni 14 e 15 dicembre 2011; che i ricorrenti alle stesse prove scritte non hanno partecipato non essendo stati ammessi in esito alle prove preselettive dagli stessi svolte e non superate; che pertanto allo stato i ricorrenti non otterrebbero alcun diretto vantaggio neanche dall’accoglimento della domanda cautelare”

Il TAR, quindi, ha ribadito quanto già sostenuto nella precedente ord.za emessa nella seduta del 25/11/2011, non entrando nel merito dei motivi del ricorso.

Valuterò, nei prossimi giorni, l’opportunità di presentare l’appello in Consiglio di Stato avverso la predetta ordinanza, per cercare di ottenere una pronuncia di merito sui quesiti errati o mal formulati, così come, del resto, lo stesso Consiglio di Stato ha già fatto nella seduta dell’11 gennaio 2012.

È evidente che tale eventuale decisione potrà essere utilizzata nel giudizio di merito dinanzi al TAR Lazio Roma, ancora pendente.

Ad ogni buon conto, a prescindere dalla proposizione dell’appello, solleciterò, ancora una volta, il TAR Lazio affinché fissi l’udienza di merito nel più breve tempo possibile.

Versione stampabile
anief
soloformazione