Concorso dirigenti annullato, Casa (M5S): esonero vicari per evitare caos. Interrogazione a Bussetti

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Comunicato M5S – “La pronuncia del Tar del Lazio che ha annullato le prove scritte del concorso per dirigenti scolastici desta forte preoccupazione per le condizioni in cui partirà il prossimo anno scolastico. Mentre la giustizia amministrativa farà, com’è giusto, il suo corso, non possiamo lasciare che sia la scuola italiana a farne ancora una volta le spese. 

Ho presentato una interrogazione in commissione per chiedere al ministro dell’Istruzione come intende affrontare l’emergenza che questa pronuncia contribuirà a determinare all’inizio del nuovo anno a settembre”.

Lo afferma in una nota la deputata del Movimento 5 Stelle in commissione Cultura Vittoria Casa.

“Attualmente sono oltre 3.000 le scuole in reggenza nel nostro Paese, con i dirigenti scolastici costretti a dividersi tra numerosi istituti e con i docenti primi collaboratori del dirigente scolastico, gli ex vicepresidi, che alternano le attività didattiche a quelle di supporto ai dirigenti. Tenendo presente che la questione primaria da risolvere è la celere e regolare ripresa delle procedure relative al concorso, occorre anche mettere in campo soluzioni per fronteggiare la situazione di forte stress che si troverà a vivere chi coadiuva i dirigenti scolastici impegnati in più istituti. Tra queste, potrebbe tornare utile l’ipotesi di esonerare dall’insegnamento i docenti che svolgono le funzioni di primo collaboratore del preside, almeno fino a quando non si procederà all’immissione in ruolo dei dirigenti vincitori di concorso. In ogni caso è necessario intervenire con tempestività per scongiurare che le attività scolastiche risentano di questo ennesimo stop all’immissione in ruolo di nuovi dirigenti scolastici” conclude Vittoria Casa.

Versione stampabile
soloformazione