Concorso dirigenti. Il 2011 blocca l’avvio del 2015. Una interrogazione parlamentare

di redazione
ipsef

L'On Rosa Maria Di Giorgi ha presentato una interrogazione parlamentare sul concorso dirigenti 2011.

L'On Rosa Maria Di Giorgi ha presentato una interrogazione parlamentare sul concorso dirigenti 2011.

Al centro della bufera, il concorso in Toscana che dopo una serie di ricorsi che hanno appurato vizi nella composizione della commissione giudicatrice, il Consiglio di Stato ne ha stabilito l'annullamento. I vincitori del concorso sono, comunque, stati assunti in attesa del completamento delle nuove procedure concorsuali.

L'On Di Giorgi ha, dunque, chiesto al Ministro se "sia sensato lo sconvolgimento delle graduatorie, considerato anche che il parziale annullamento del concorso del 2012 deciso dal Consiglio di Stato non era motivato da irregolarità nel merito dei giudizi assegnati dalla commissione 2012, e se non ritenga di dover intervenire affinché siano fissati criteri chiari, evidenti e incontrovertibili nella selezione dei dirigenti scolastici, affinché le valutazioni siano sempre obiettive e equanimi." Una domanda che pone seri quesiti sulla selezione dei dirigenti.

Tra l'altro, come ribadito ieri dalla nostra redazione, il blocco delle operazioni in Toscana è causa prima del blocco dell'avvio del concorso 2015, il cui regolamento è giunto ad una stesura definitiva, ma del quale manca il via da parte del Consiglio di Stato e il Ministero dell'economia non ha ancora dato i numeri a bando, proprio a causa dei problemi in Toscana.

Vedi anche

Concorso Dirigenti scolastici 2015, slitta. Pronto regolamento, manca parere CdS. Ci sarà un solo scritto

Tutto sul concorso per diventare dirigenti

Versione stampabile
anief anief
soloformazione