Concorso dirigente scolastico, Donazzan: vincitori meridionali al Nord faranno di tutto per rientrare al Sud

Stampa

L’Assessore all’Istruzione della Regione Veneto, Elena Donazzan, è intervenuto sul prossimo concorso per dirigente scolastico.

La procedura, com’è noto, è stata già avviata con gli aspiranti presidi che hanno presentato le istanze di partecipazione. Si attende adesso la data di svolgimento della prova preselettiva, che sarà resa nota il 27 febbraio p.v.

Il maggior numero numero di domande arriva dalle Regioni meridionali: Campania (7.039), Sicilia (5.595),  e Puglia (3.719).

Ed è proprio sul dato sopra riportato che interviene la Donazzan, sulle pagine del Mattino di Padova, partendo dal fatto che il corso-concorso è nazionale e che la maggiore disponibilità di posti vacanti è al Nord. Così, secondo l’Assessore, i futuri dirigenti, non appena entrati in ruolo, “faranno il possibile per ritornare nei paesi di provenienza”.

Ricordiamo che i futuri dirigenti scolastici dovranno restare nella Regione di assunzione almeno per tre anni.

Concorso dirigenti scolastici, LE NOSTRE SCHEDE con i particolari

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione