Concorso a dirigente scolastico: anche i precari possono partecipare

di Lalla
ipsef

ANIEF – Come i docenti neo-immessi in ruolo che hanno maturato i cinque anni di servizio anche da precari. Partono i ricorsi gratuiti dell’Anief per chiedere al Tar Lazio l’inserimento nelle liste dei candidati con riserva della sentenza di merito. Pronto il corso di formazione per superare l’esame.

ANIEF – Come i docenti neo-immessi in ruolo che hanno maturato i cinque anni di servizio anche da precari. Partono i ricorsi gratuiti dell’Anief per chiedere al Tar Lazio l’inserimento nelle liste dei candidati con riserva della sentenza di merito. Pronto il corso di formazione per superare l’esame.

Dopo aver ottenuto il diritto alla mobilità dei precari nelle graduatorie nazionali, la nuova scommessa del Sindacato è quella di garantire a tutti i livelli la parità di trattamento tra personale a tempo determinato e personale a tempo indeterminato, nel rispetto della normativa comunitaria (Direttiva 1999/70/CE), delle norme pattizie (CCNL 2006-2009), e dei principi costituzionali di uguaglianza, imparzialità della P. A., ragionevolezza (artt. 3, 51, 97).

Mentre è in corso un braccio di ferro tra Miur e Anief sul riconoscimento delle prerogative sindacali al personale precario membro degli organi statutari del sindacato – in questi giorni si attende il parere dell’Aran -, si apre un’altra vertenza in merito alle prossime procedure concorsuali per diventare dirigente scolastico: per l’Anief, i cinque anni di servizio previsti dal legislatore come requisito di accesso, possono essere stati svolti anche con contratti a tempo determinato e non soltanto dopo la nomina in ruolo.

Con i ricorsi individuali avverso l’esclusione dal bando di concorso prossimo alla pubblicazione (entro il 1° luglio) Anief, in primo luogo, chiederà ai giudici di consentire ai ricorrenti di partecipare al bando di selezione con riserva della sentenza di merito, di disapplicare, quindi, la normativa nazionale (DPR 140/2008) perché in contrasto con la normativa comunitaria, ed eventualmente, di sollevare alla Consulta questione di legittimità costituzionale dell’art. 1, c. 618, della legge 296/2006.

Obiettivo del ricorso come avvenuto analogamente per quelli presentati nel 2005, avverso il bando di concorso del 2004, creare le seguenti condizioni:
per coloro che hanno ottenuto (o otterranno) – già prima dell’effettuazione delle prove scritte – a seguito della presentazione del ricorso, l’ordinanza sospensiva da parte del TAR del provvedimento di esclusione dalla graduatoria: per questa tipologia, l’Amministrazione (nella persona del Direttore del competente USR) è obbligata, in esecuzione dell’ordinanza, ad ammettere gli interessati alle prove con riserva;
per coloro che hanno presentato il ricorso ma che non hanno (o non avranno) ottenuto ancora alcuna sospensiva prima delle prove: i singoli direttori degli USR valuteranno autonomamente, in ossequio al principio dell’autotutela dell’amministrazione, la possibilità di ammettere egualmente i ricorrenti alle prove, in attesa della risoluzione del contenzioso in sede di merito.

Ovviamente chi sarà ammesso con riserva alle procedure concorsuali, dovrà superare le prove secondo i criteri definiti dal bando per essere ammesso, ancorché con riserva, nelle graduatorie finali di merito, ragion per cui Anief ha predisposto un corso di formazione in presenza e a distanza per il superamento del concorso grazie alla consulenza di qualificati dirigenti, DSGA e specialisti del settore, con costi veramente contenuti.

I ricorsi puntano a dimostrare ai giudici come nella trasformazione della figura di preside in quella di dirigente della P. A., sia venuta meno la consequenziale unica forma di carriera progressiva che si poteva configurare per il personale docente, tanto che si è stabilita un’area separata per la contrattazione di comparto (area V). A parere del nostro ufficio legale, inoltre, se il legislatore può a sua discrezione decidere i criteri di selezione dei titoli dei candidati ritenuti più idonei per la funzione dirigenziale (laurea, abilitazione, servizio), in verità non può discriminare quei docenti che, confermati in ruolo, hanno prestato uno o più anni di servizio (all’interno dei cinque anni dichiarabili) con contratto a tempo determinato, o che da precari hanno svolto cinque di servizio a tempo determinato. Tale norma, infatti, discrimina il personale in base alla tipologia di contratto che ha stipulato, violando l’accordo quadro europeo in materia di accesso al lavoro. Ma oltre che discriminatoria, tale norma appare anche illogica in quanto il suo intento chiaramente è quello di premiare l’esperienza di servizio del candidato, che non può cambiare in base alla prestazione a tempo determinato o indeterminato.

I ricorsi, riservati agli iscritti ANIEF, sono gratuiti per chi partecipa al corso di formazione organizzato dal nostro sindacato che partirà a metà maggio e si concluderà entro agosto 2011. Chi partecipa al corso di formazione, riceverà anche due manuali per la preparazione al concorso in omaggio (parte teorica e quiz). Chi ricorre senza partecipare al corso di formazione pagherà un costo di adesione al ricorso non superiore a 100 euro. Chi è interessato a ricorrere, deve inviare la sua pre-adesione con una mail a [email protected] indicando nell’oggetto Pre-Adesione ricorso concorso Dirigente, e nel testo Cognome e Nome, e-mail, cellulare, e le seguenti due categorie alle quali appartiene: Ricorrente di ruolo o Ricorrente precario; Iscritto al corso di formazione o Non iscritto al corso di formazione. I ricorrenti riceveranno in risposta le istruzioni operative per ricorrere non appena sarà pubblicato il bando da impugnare (entro, comunque, i primi di giugno).

Questa la possibile tempistica per l’espletamento delle prove concorsuali, così come reso noto in seguito agli incontri sull’argomento tra il MIUR e le OO.SS.:
Posti autorizzati: 2.386;
Scadenza per la presentazione dellle domande: entro il 1° luglio 2011;
Prova pre-selettiva: 15 settembre 2011;
Prove scritte: 30 ottobre 2011;
Correzione dei testi: entro 20 febbraio 2012;
Prova orale: entro 20 maggio 2012;
Graduatorie: entro 30 giugno 2012;
Nomine: a partire dal 1° settembre 2012 e relativi quattro mesi di formazione.

Corso di formazione Anief per la preparazione al concorso: il termine ultimo per iscriversi al corso di formazione è domenica 8 maggio 2011. Al seguente link è possibile consultare le procedure per l’iscrizione.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione