Concorso dirigente scolastico, ammessi tutti all’orale per caso Sardegna? Altro ricorso per differenze alte tra i voti

Gli aspiranti dirigenti scolastici sono al momento impegnati nella prova orale che, per alcune commissioni, terminerà il prossimo 10 luglio. 

Ricorsi

Intanto, dopo il ricorso avanzato per lo slittamento della prova scritta in Sardegna a causa del maltempo, ne è stato presentato un altro relativo alla correzione degli scritti, come leggiamo sul Corriere.

Il ricorso, nello specifico, riguarda la differenza di valutazione nelle prove scritte tra le diverse commissioni.

Queste le parole di una delle ricorrenti:  “Essendo i compiti corretti random, i risultati delle commissioni dovrebbero essere simili e discostarsi di poco dalla mediana – spiega una delle professoresse ricorsiste – invece, in particolare la commissione 30 ha dato voti molto bassi rispetto alle altre”.

Oltre alla differenza nella valutazione, è stato denunciato il fatto che dal verbale  di una commissione emerge che 5 dei 300 compiti sono stati ricorretti una volta che si sono conosciuti i nomi dei candidati (che in una prima fase sono rappresentati da codici) e i voti sono stati alzati e addirittura raddoppiati.

Soluzione ricorso Sardegna

Per evitare che l’intera procedura concorsuale vada ripetuta, i tecnici del Miur, riguardo al suddetto ricorso per la prova scritta in Sardegna (che non si è svolta nello stesso giorno come avvenuto in tutte le altre regioni) sembrerebbero aver trovato una soluzione: invece di annullare il concorso, in caso di accoglimento del ricorso, si procederà ad una prova «sanatoria» che consentirà a tutti coloro che hanno «partecipato» agli scritti di poter essere messi in graduatoria, come se li avessero passati.

Tempistica

Considerato che la prova orale terminerà il 10 luglio, la tempistica dell’intera procedura, che condurrà alle assunzioni il prossimo 1° settembre, dovrebbe essere la seguente:

  • graduatoria provvisoria a metà luglio
  • graduatoria definitiva a fine luglio
  • assunzioni dal 1° settembre

Back to school. La scuola riparte in sicurezza. Eurosofia ha creato dei nuovi protocolli formativi per sostenere la ripresa delle attività didattiche