Concorso dirigente, accesso al corso di formazione per chi ha contenziosi legali in sospeso

di redazione
ipsef

item-thumbnail

A prevederne l’allargamento della platea degli avente diritto, un emendamento a pungo del senatore Giuseppe Lumia del Partito Democratico per fa fronte all’emergenza delle maggiori incombenze che ricadono sulle scuole e la carenza di presidi.

Nel testo dell’emendamento, al vaglio del Ministero, leggiamo che il corso sarà riservato esclusivamente ai candidati “che abbiano superato la prova preselettiva o tutte le prove d’esame, con un contenzioso in corso alla data di entrata in vigore della legge 107, in riferimento al concorso Profumo del 2011; oppure che abbiano riportato una pronunzia favorevole almeno nel primo grado di giudizio (relativa ovviamente al citato concorso). Al termine del corso i candidati sosterranno una prova finale, dopo il superamento della quale saranno immessi in ruolo con decorrenza giuridica 1° settembre 2017 e decorrenza economica 1° settembre 2018, sui posti autorizzati dal Dpr del 19 agosto 2016.

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare