Concorso diplomati magistrale e laureati SFP, 3 anni di servizio per il Trentino

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il concorso aperto ai diplomati magistrale e ai laureati in SFP sarà indetto in Trentino entro il 2020. I requisiti di accesso sono però diversi rispetto all’analogo provvedimento inserito all’interno del Decreto Dignità.

Si tratta di un emendamento approvato all’interno dell’assestamento al bilancio provinciale.

Si impegna la giunta, entro il 2020, a “indire un concorso straordinario per titoli per l’accesso a posti di lavoro con contratto a tempo indeterminato nella scuola primaria. Il concorso è riservato al personale che ha prestato, negli otto anni scolastici precedenti la data di presentazione delle domande stabilita dal relativo bando, almeno tre anni di servizio di insegnamento […] iscritto nelle graduatorie d’istituto della provincia di Trento valide per il triennio scolastico 2017-2020 e che è in possesso, in alternativa, del diploma di istituto magistrale conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002, o eventuali titoli ad esso equipollenti, conseguiti entro l’anno scolastico 2001-2002; oppure dell’abilitazione all’insegnamento conseguita dopo aver frequentato i corsi di laurea in Scienze della Formazione primaria successivamente all’anno accademico 2013- 2014“.

Possono accedere al concorso i docenti in possesso di

  • diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02
  • laurea in Scienze della formazione acquisita dopo l’a.a. 2013/14

E’ richiesta l’iscrizione nelle graduatorie di istituto di Trento per il triennio 2017/20 e lo svolgimento di tre anni di servizio negli otto anni scolastici precedenti la data di presentazione delle domande stabilita dal relativo bando

La graduatoria del concorso sarà utilizzata dopo l’esaurimento delle attuali graduatorie provinciali per titoli.

“Nel complesso – stima il sindacalista Pietro di Fiore (Uil) – dovrebbero essere interessati circa 500 insegnanti”

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione