Concorso: chi non supera la preselettiva può ricorrere

di Lalla
ipsef

Anief ricorda ai candidati che la soglia del punteggio 35 per passare alle prove successive previste per fine gennaio è arbitraria e che con un punteggio da 30 a 34 si può chiedere al Tar Lazio di essere ammessi con riserva.

Anief ricorda ai candidati che la soglia del punteggio 35 per passare alle prove successive previste per fine gennaio è arbitraria e che con un punteggio da 30 a 34 si può chiedere al Tar Lazio di essere ammessi con riserva.

Per ricevere le istruzioni operative, scrivi a [email protected] .net entro il 5 gennaio 2013.

Se il risultato del test pre-selettivo si saprà alla conclusione della prova stessa, infatti, la soglia di punti 35/50 indicata nel bando di concorso è alquanto discrezionale perché la legge prevede espressamente sia il punteggio totale (20) riservato ai titoli sia il punteggio minimo da conseguire alle prove scritte ed orali 28/40 – rispettato dal Miur, sia il punteggio minimo, comunque, da conseguire, per il passaggio da una prova all’altra, nel voto esprimibile di 6/10 che nel caso de quo rimanda al punteggio di 30/50 – disatteso discrezionalmente dallo stesso Miur.

Le dichiarazioni rese circa lo svolgimento delle successive prove scritte tra l’ultima settimana di gennaio e la prima di febbraio del nuovo anno, pertanto, impongono la necessità di ricorrere al Tar Lazio quanto prima a tutti quei candidati che otterranno un punteggio alle prove pre-selettive che va da 30 a 34 e che vorranno contestare la soglia di 35 punti scelta dal Miur in sede di richiesta di ammissione con riserva alle prove successive.

Viste le festività invernali, il termine per richiedere le istruzioni operative alla mail [email protected] e a ottemperare a quanto richiesto è fissato al 5 gennaio 2013. Si ricorda che è necessario inserire le proprie generalità (cognome, nome, recapito telefonico) nella mail da inviare il cui oggetto è “richiesta istruzioni soglia 35”.

Versione stampabile
anief
soloformazione