Concorso a cattedra: valutazione abilitazioni per ambito e a cascata nelle graduatorie di merito

di Lalla
ipsef

Lalla – La pubblicazione delle prime graduatorie di merito relative al concorso DDG n. 82 del 24 settembre 2012 fanno sorgere alcune perplessità sulla valutazione delle abilitazioni conseguite per ambito disciplinare e a cascata. La schermata proposta dal Ministero, in fase di compilazione della domanda, può avere indotto a dichiarazioni "in eccesso" che rischiano di essere valutate in graduatoria.

Lalla – La pubblicazione delle prime graduatorie di merito relative al concorso DDG n. 82 del 24 settembre 2012 fanno sorgere alcune perplessità sulla valutazione delle abilitazioni conseguite per ambito disciplinare e a cascata. La schermata proposta dal Ministero, in fase di compilazione della domanda, può avere indotto a dichiarazioni "in eccesso" che rischiano di essere valutate in graduatoria.

Innanzitutto va messa in rilievo la nota 5 della tabella di valutazione dei titoli

"Il candidato, che ha utilizzato come titolo di accesso una abilitazione riferita a più classi di concorso comprese in un ambito disciplinare, ha diritto alla valutazione del titolo di abilitazione una sola volta".

Titolo di accesso: per abilitazioni conseguite per ambito la valutazione deve essere unica per l’ambito, non per le singole classi di concorso, anche se queste ultime (come accaduto in diversi corsi Ssis, ma non in tutti) fossero state conseguite con esami distinti.

Qualora invece il candidato possa far valere abilitazioni conseguite con esami distinti, ricadenti in più ambiti, è corretta la valutazione delle singole classi di concorso. E’ il caso ad es. del candidato che accede con abilitazione per A051 e può far valere l’ambito A043 A050 conseguito con esame distinto.

Titoli valutabili nelle graduatorie del concorso docenti: un sudoku degno della migliore enigmistica

Le graduatorie di merito

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione