Concorso a cattedra: superata la prova orale occorre presentare i titoli non certificabili

di Lalla
ipsef

Lalla – Entro i 15 giorni successivi alla comunicazione di superamento della prova orale i candidati devono presentare all’USR i titoli, già inseriti nella domanda di partecipazione, non documentabili con autocertificazione o dichiarazione sostitutiva ai sensi dell’art. 15 della legge 12 novembre 2011, n. 183.

Lalla – Entro i 15 giorni successivi alla comunicazione di superamento della prova orale i candidati devono presentare all’USR i titoli, già inseriti nella domanda di partecipazione, non documentabili con autocertificazione o dichiarazione sostitutiva ai sensi dell’art. 15 della legge 12 novembre 2011, n. 183.

La norma è contenuta nel bando DDG n. 82 del 24 settembre 2012

"2. La commissione giudicatrice valuterà esclusivamente i titoli dichiarati nella domanda di partecipazione al concorso, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

3. Ai fini del comma 2, il candidato che ha ricevuto dall’Ufficio scolastico regionale competente comunicazione del superamento della prova orale presenta al direttore generale del medesimo Ufficio i titoli dichiarati nella domanda di partecipazione non documentabili con autocertificazione o dichiarazione sostitutiva ai sensi dell’art. 15 della legge 12 novembre 2011, n. 183. La presentazione deve essere effettuata entro e non oltre quindici giorni dalla predetta comunicazione.

4. L’Ufficio scolastico regionale si riserva di effettuare idonei controlli sul contenuto della dichiarazione di cui al comma 2, ai sensi dell’art. 71 del citato dPR n. 445 del 2000. Le eventuali dichiarazioni presentate in modo incompleto o parziale possono essere successivamente regolarizzate entro i termini stabiliti dal competente Ufficio scolastico regionale. Qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguiti sulla base delle dichiarazioni non veritiere. Le dichiarazioni mendaci sono perseguite a norma di legge. "

L’USR Molise specifica quali sono i titoli che non è necessario presentare

• residenza;
• cittadinanza;
• godimento dei diritti politici;
• stato civile;
• stato di famiglia;
• nascita del figlio;
• posizione agli effetti degli obblighi militari;
• iscrizione in albi, registri o elenchi tenuti dalle pubbliche amministrazioni;
• titoli di studio e qualifiche professionali possedute; esami sostenuti; titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica;
• tutte le posizioni relative all’adempimento degli obblighi militari, comprese quelle attestate nel foglio matricolare di servizio;
• non avere riportato condanne penali e non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della normativa vigente;
• qualità di vivenza a carico;

Ne consegue che dovranno essere certificati 

  1. pubblicazione di articoli e/o libri strettamente inerenti ai contenuti disciplinari della classe di concorso 
  2. titoli che danno luogo alla riserva di posti 

L’USR Sicilia specifica 

"non possono  essere autodichiarati tutti quei fatti, stati e qualità personali che  risultano da atti sanitari o nella disponibilità di soggetti privati. In questo caso gli atti  devono essere prodotti in originale o in subordine, in copia dichiarata conforme all’originale  autenticata dallo stesso interessato, allegando copia del proprio documento di riconoscimento 
es: pubblicazioni, master conseguiti presso strutture private, articoli etc."
 
 
 
Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione