Concorso a cattedra. La sensazione è quella di aver subito un trattamento umiliante, mortificante. Lettera

Stampa
Spettabile Redazione, sono un docente abilitato per l'ambito disciplinare AD 04, ed ho sostenuto la prova scritta del concorso a cattedra.
Spettabile Redazione, sono un docente abilitato per l'ambito disciplinare AD 04, ed ho sostenuto la prova scritta del concorso a cattedra.

Scrivo facendo riferimento alla lettera da voi pubblicata del Professor Sansò (http://www.orizzontescuola.it/news/concorso-docenti-didattica-non-si-improvvisa-15-minuti-scarsi-lettera-professore-universitario) a proposito di questa vicenda, per esprimere il mio sentito apprezzamento per le sue parole. Parole che dimostrano la profonda consapevolezza del senso di responsabilità che si dovrebbe riconoscere alla professione dell'insegnamento, non certo praticabile nei termini con cui è stata impostata la prova scritta; parole che soprattutto io ho avvertito come una forma di solidarietà verso la nostra categoria, che confortano chi come me ha dovuto affrontare una prova che io non esito a definire traumatica.

Un mio collega, Stefano Miani, in questo stesso sito ha voluto rendere la sua testimonianza (http://www.orizzontescuola.it/news/concorso-scuola-docenti-mi-sono-sentito-criceto-che-corre-sulla-ruota-o-clown-che-deve-fare-gio), sostenendo di essersi sentito come "una specie di criceto che corre sulla ruota o un Clown che deve fare giochi di magia o prendere gli schiaffi per fare ridere il pubblico". Beh, volendo arricchire la galleria di immagini grottesche utili a rendere l'idea del suo e del mio stato d'animo, io posso dire di aver provato lo stesso intontimento che prova uno sparring partner che sta sul ring per prendere cazzoti dal campione in allenamento. Ma la sostanza non cambia.
La sensazione è quella di aver subito un trattamento umiliante, mortificante. Ed evidentemente è questo l'atteggiamento che la classe dirigente di questo Paese pensa di poter avere nei confronti degli insegnanti, sempre più additati come una categoria di privilegiati, o addirittura di parassiti, la cui attività sproporzionatamente remunerata rispetto alle ore di servizio (!) non sarebbe altro che quella di tenere a bada i giovani in età scolare. Questa è l'opinione diffusa che i nostri rappresentanti istituzionali avallano.

Cordiali saluti

Vittorio Tranquilli

Stampa

Eurosofia. Acquisisci punteggio in tempi rapidi per l’aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora