Concorso a cattedra, ricorrono pure gli extracomunitari

di
ipsef

red – Secondo il bando di concorso gli extracomunitari che, pur avendo titolo di studio, non hanno residenza in Italia non potranno partecipare al concorso a cattedra. Per l’ASGI (Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione) di Roma e Firenze, una discriminazione che merita un ricorso.

red – Secondo il bando di concorso gli extracomunitari che, pur avendo titolo di studio, non hanno residenza in Italia non potranno partecipare al concorso a cattedra. Per l’ASGI (Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione) di Roma e Firenze, una discriminazione che merita un ricorso.

Insieme all’ASGI, ricorrerà anche la Rete G2, che tramite il suo portavoce, Mohamed Tailmoun, sostiene di aver voluto appoggiare "questo ricorso perché questa esclusione pone in essere un’irragionevole differenza di trattamento tra lavoratori comunitari e non comunitari, in violazione del principio di non discriminazione nelle condizioni di lavoro rispetto al lavoratore nazionale, ribaditi dalla Convenzione O.I.L e dal Testo Unico immigrazione." Anche perchè ci sono molti casi di giovani cresciuti e scolarizzati in Italia.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione