Concorso a cattedra. Protesta di Azione Civile di Antonio Ingroia: assumere precari abilitati da graduatoria

Stampa

Azione Civile – con un messaggio pubblico – partecipa alla lotta dei docenti abilitati contro il concorso a cattedra 2016.

Azione Civile – con un messaggio pubblico – partecipa alla lotta dei docenti abilitati contro il concorso a cattedra 2016.

Azione Civile si dichiara assolutamente contraria all'esempio di illegalità sociale e professionale che il Concorso 2016 infonde nel mondo della scuola, dove docenti già abilitati, e regolarmente assunti a tempo determinato nel corso degli ultimi anni, sono chiamati a sostenere delle prove di esami che, nella sostanza, hanno già superato.

La conseguenza – prosegue il comunicato – subita dai docenti precari già abilitati risulta ingarbugliata e anomala, specialmente per quanto riguarda il fatto stesso che sono stati già esaminati e abilitati da commissioni che ne avevano diritto perchè nominate dallo Stato, per cui il nuovo concorso risulterebbe come una doppia verifica: verso le commissioni esaminanti del TFA, PAS, SFP, diplomati magistrale ante 2001/02, con selezione in ingresso o tramite concorso o tramite titoli; e verso gli stessi docenti riesaminati.  

Azione Civile protesta e chiede la rimozione degli ostacoli di legge e il ritorno ad una graduatoria speciale per i docenti precari già abilitati.

Questo concorso molto costoso, circa 300 milioni di euro – conclude Azione Civile – è assolutamente inutile, è assolutamente dannoso, è assolutamente ingiusto e invitiamo i docenti precari a non smettere di sperare perchè il 17 Maggio 2016 la Corte Costituzionale dovrà dare la sua interpretazione sulla sentenza (Mascolo) della Corte di Giustizia Europea sull'abuso dei contratti a termine. 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur