Concorso a cattedra Trento, prima dare seguito alla sentenza Corte europea. Avviato un ricorso

di redazione
ipsef

I precari di Trento hanno avviato una azione legale patrocinata dal sindacato autonomo Delsa, impugnando i concorsi banditi dalla Provincia.

I precari di Trento hanno avviato una azione legale patrocinata dal sindacato autonomo Delsa, impugnando i concorsi banditi dalla Provincia.

Si tratta di 160 posti divisi tra due concorsi, un'occasione per entrare in ruolo, se non fosse che un gruppo di docenti precarie ritiene di averne diritto anche senza dover svolgere il concorso.

Il principio è semplice, bisogna prima assumere tutti i precari che rientrano nei criteri stabiliti dalla sentenza della Corte di giustizia europea che ha condannato l'Italia a seguito della reiterazione dei contratti a termine, solo dopo si potrà dare il via ai concorsi.

Un principio che potrebbe ispirare anche i precari del resto d'Italia, in attesa dell'avvio del concorso per il 2015/16 e del blocco delle assunzioni da graduatoria a seguito della riforma.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione