Concorso a cattedra in Piemonte, accertamento titoli dei vincitori. Ma solo a campione

di Lalla
ipsef

Lalla – L’USR Piemonte comunica che per la classe A019 (Discipline giuridiche ed economiche) a conclusione delle prove orali, avverrà l’estrazione dei nominativi, tra quelli dei candidati che hanno superato la prova orale, per i quali si procederà all’accertamento dei titoli auto dichiarati nella domanda di ammissione al concorso. Che delusione, speravamo che l’accertamento potesse riguardare tutti i candidati.

Lalla – L’USR Piemonte comunica che per la classe A019 (Discipline giuridiche ed economiche) a conclusione delle prove orali, avverrà l’estrazione dei nominativi, tra quelli dei candidati che hanno superato la prova orale, per i quali si procederà all’accertamento dei titoli auto dichiarati nella domanda di ammissione al concorso. Che delusione, speravamo che l’accertamento potesse riguardare tutti i candidati.

L’elenco dei candidati che hanno superato la prova orale per la classe di concorso in oggetto non è stato ancora pubblicato, nè è stato indicata la percentuale di candidati per i quali si procederà all’accertamento dei titoli.

Eppure siamo convinti che la tutela di tutti i candidati al concorso, e ancor più di coloro che hanno superato la prova orale, passi attraverso una procedura rigorosa di accertamento dei titoli. Molto spesso infatti abbiamo ricevuto in redazione e mail di candidati che hanno partecipato al concorso pur non sapendo con esattezza se il proprio titolo di accesso fosse coerente con le richieste del Ministero per l’accesso all’insegnamento, soprattutto fra coloro che non sono in possesso di abilitazione.

Alla stessa maniera, un titolo in più o in meno può fare la differenza in graduatoria, dato il numero esiguo di posti a concorso.

La disposizione del bando, all’art. 2 comma 8 tutelava comunque tutti i candidati, poichè affermava "in caso di carenza dei requisiti di ammissione, l’Ufficio Scolastico regionale dispone l’immediata esclusione , in qualsiasi momento della procedura concorsuale".

Un accertamento a campione potrebbe invece avallare dichiarazioni compiute sicuramente in buona fede, ma all’interno di un contesto, quello della schermata di presentazione della domanda per la partecipazione al concorso, che non permetteva di orientarsi per chi non è avvezzo al riconoscimento dei titoli utili per l’accesso all’insegnamento.

Tra l’altro, non ci sembra che per la specifica classe di concorso, l’elenco dei vincitori possa essere talmente lungo (ma il nostro discorso è generale) da poter escludere la conclusione dei lavori in tempo per le immissioni in ruolo 2013.

L’avviso dell’USR Piemonte

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione