Concorso a cattedra: nel 2012 tra i commissari anche docenti precari. 160 euro il compenso

Stampa

L'esperienza viene raccontata su L'eco di Biella e registra una pagina certo non felice del concorso 2012, che rischia di ripetersi anche in questa tornata. Stiamo parlando dell'utilizzo di docenti precari, in qualità di membri aggregati, per il concorso scuola docenti.

L'esperienza viene raccontata su L'eco di Biella e registra una pagina certo non felice del concorso 2012, che rischia di ripetersi anche in questa tornata. Stiamo parlando dell'utilizzo di docenti precari, in qualità di membri aggregati, per il concorso scuola docenti.

Nel 2012, come anche oggi, non si trovavano i commissari.

Oggi il Parlamento cerca di correre ai ripari raddoppiando il compenso dei commissari (ma è chiaro che questi soldi sempre alla scuola vengono sottratti), ma non ci sembra che l'entusiasmo tra i docenti sia salito alle stelle per questo provvedimento.

Una docente precaria, oggi candidata al concorso, ricorda che nel 2013 – anno in cui non aveva ancora conseguito neanche l'abilitazione – fu contattata per svolgere il ruolo di membro aggregato di informatica nella commissione di Torino.

Dieci giorni di lavoro, 160 euro il compenso, 50 centesimo a candidato.

"posso dire comunque che è stata una bella esperienza", conclude la candidata. In bocca al lupo!

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur