Concorso a cattedra in Lazio, candidati con zero punti per i titoli

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

Lalla – Almeno il titolo di accesso per partecipare al concorso docenti bisognava pur averlo! Scorrendo le graduatorie provvisorie pubblicate in questi giorni dall’USR Lazio, alcuni candidati risultano invece con la valutazione di punti zero nella casella Titoli. Spieghiamo cosa è accaduto.

Lalla – Almeno il titolo di accesso per partecipare al concorso docenti bisognava pur averlo! Scorrendo le graduatorie provvisorie pubblicate in questi giorni dall’USR Lazio, alcuni candidati risultano invece con la valutazione di punti zero nella casella Titoli. Spieghiamo cosa è accaduto.

Il punteggio finale della graduatoria di merito è determinato dalla somma dei punteggi delle singole prove (prova scritta + eventuale prova pratica + prova orale) cui si sommano i punteggi derivanti dai titoli.

La presentazione dei titoli ai fini della valutazione è avvenuta, con precisa istanza da presentare on line sul sito del Ministero, dal 22 ottobre al 21 novembre 2012 (termine ultimo per il conseguimento dei titoli il 7 novembre 2012, coincidente con la scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso).

Nell’avviso pubblicato dal Ministero il 22 ottobre 2012 è possibile leggere

  • Devono nuovamente essere dichiarati i titoli di accesso al concorso già dichiarati nella sez. dei titoli di accesso della domanda.

E’ avvenuto invece che alcuni candidati, non avendo altri titoli al di fuori del titolo di accesso, non abbiano compilato la scheda titoli per dichiararare nuovamente solo il titolo di accesso. L’USR a questo punto rifiuta di dichiarare valida la dichiarazione resa nella domanda di partecipazione e non nella scheda titoli.

Altri candidati non hanno compilato la scheda titoli, disponibile sul sito del Ministero solo dal 22 ottobre, perchè avevano già compilato la scheda Professionalità docenti (in cui veniva richiesti i titoli), disponibile già dal 6 ottobre 2012 e così presentata dal Ministero " La scheda è disponibile tra le istanze del sistema Polis, tuttavia, per chi presenta la domanda di partecipazione al concorso a cattedre e a posti di insegnamento, di cui al D.D.G. n. 82 del 24 settembre 2012, esiste anche un accesso diretto all’anagrafe in chiusura della presentazione online della domanda al concorso."

Tale accesso diretto ha creato non pochi problemi, in quanto nelle intenzioni del Ministero la scheda Professionalità docenti era solo una rilevazione statistica, da compilare oltre la scheda titoli, on line solo dal 22 ottobre.

E’ accaduto quindi che alcuni candidati hanno compilato la domanda di partecipazione al concorso tra il 6 e il 22 ottobre, hanno compilato la scheda Professionalità docenti alla quale si aveva accesso diretto alla fine della compilazione della domanda convinti in tal modo di aver dichiarato i titoli, e non hanno più fatto accesso al sito del Ministero, per cui non si sono accorti dell’avviso del Miur sulla nuova scheda titoli da compilare dal 22 ottobre. La conseguenza è stata che a loro carico non risulta compilata alcuna scheda di valutazione dei titoli.

E’ anche vero che il Miur, sicuramente responsabile di tanta confusione (ad un certo punto ha eliminato l’accesso diretto alla scheda Professionalità docenti per la confusione che stava creando), ha inviato una mail a coloro che entro il 7 novembre 2012 avevano presentato la domanda di partecipazione, ma non la scheda titoli, ma sembra che non tutti abbiano ricevuto tale mail.

Insomma, un altro pasticcio di cui si compone il concorso a cattedra 2012. L’unica soluzione immediata a nostro parere sarebbe quella di valutare il titolo di accesso che, anche se non nella scheda apposita, risulta comunque dichiarato (sarebbe infatti assurdo che potesse esistere un candidato che acceda ad un concorso pubblico in mancanza dei requisiti di partecipazione). Ci sembra infatti che il problema si sia posto anche in altre regioni e che sia stato "risolto" in questa maniera. Sarà cura dei candidati presentare eventuale ricorso per la valutazione di altri titoli non acquisibili nelle modalità indicate dal Ministero.

Un caso che ci auguriamo sia già all’attenzione delle organizzazioni sindacali territoriali, al fine di ricercare una soluzione condivisa. 

Il caso si aggiunge inoltre ad un episodio che ha coinvolto l’USR Lazio, ossia una serie di compiti valutati positivamente dalle commissioni giudicatrici ma che non sono stati inclusi tra le prove superate per l’ammissione alla prova successiva. Ne avevamo già dato notizia con questo articolo Concorso docenti Lazio, spunta lo scandalo dei compiti validi, ma candidati non sono inclusi nella graduatoria degli ammessi alla prova orale . Il FattoQuotidiano.it riferisce di aver "contattato il Ministero. Sul caso specifico non ha fornito risposta, lo farà nelle sedi opportune".

Concorso a cattedra in Lazio, le graduatorie provvisorie.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana