Concorso a cattedra: l’ashtag più usato è #concorsofarsa

Stampa

Docenti precari, già abilitati, non meritano # concorsofarsa. Questa la posizione più comune espressa su Twitter dai candidati al concorso scuola docenti 2016.

Docenti precari, già abilitati, non meritano # concorsofarsa. Questa la posizione più comune espressa su Twitter dai candidati al concorso scuola docenti 2016.

Ad essere contestate non solo le procedure, ma anche il rapporto tra numero di candidati e cattedre a disposizione. A vincere il concorso – ha ammesso lo stesso Ministro – un docente su 3.

Gli altri due, ad andar bene, continueranno a svolgere le supplenze. Anche se il fenomeno nei prossimi anni dovrebbe attenuarsi. Ma – afferma il responsabile scuola della Lega Nord Mario Pittoni – al Miur non hanno ancora deciso quale interpretazione dare al comma 131 della legge 107/2015, e dunque a partire da quale data far decorrere i 36 mesi di servizio su posto vacante e disponibile superati i quali non è più possibile svolgere questo tipo di supplenze.

Nel frattempo si aspettano anche gli esiti dei ricorsi avanzati da coloro che vorrebbero partecipare al concorso anche se non in possesso del requisito previsto dalla legge, ossia l'abilitazione all'insegnamento.

Gli USR tra l'altro non hanno ancora controllato le dichiarazioni rese in autotutela durante la presentazione della domanda.

Moltissime dunque le polemiche che accompagnano l'iter del concorso, che per circa 20.000 candidati potrebbero però risolversi positivamente già a settembre 2016 con l'assunzione in ruolo.

Tutto sul concorso a cattedra

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata