Concorso a cattedra. Discrepanza fra bando e prova di scienze degli alimenti

Stampa

Gentile Redazione di OS, Siamo un gruppo di docenti appartenenti al gruppo facebook “Concorso a cattedra Classe di concorso A031-Ex A057-Scienza degli alimenti" che conta circa 150 membri abilitati nella disciplina. La maggior parte di noi conta un’esperienza di insegnamento pluriennale in diversi istituti professionali alberghiero dove questa disciplina è materia professionalizzante.

Gentile Redazione di OS, Siamo un gruppo di docenti appartenenti al gruppo facebook “Concorso a cattedra Classe di concorso A031-Ex A057-Scienza degli alimenti" che conta circa 150 membri abilitati nella disciplina. La maggior parte di noi conta un’esperienza di insegnamento pluriennale in diversi istituti professionali alberghiero dove questa disciplina è materia professionalizzante.
In data 24/5 abbiamo sostenuto la prova scritta del concorso. Già dalle prime domande abbiamo notato qualcosa che non andava. Alla fine della prova la delusione dei partecipanti era palpabile per la presenza di 2 quesiti assolutamente non pertinenti con il programma di esame della A031, programma che riporta chiaramente : "I candidati devono dimostrare di possedere adeguate conoscenze e competenze di Igiene, elementi di chimica, alimentazione, nutrizione, patologie della nutrizione, bisogni energetici e loro valutazione, principi di tecnologia alimentare".
Infatti 2 dei quesiti della prova di concorso riguardavano:
– DNA e RNA, quindi "acidi nucleici";
– Biogeografia (Zoogeografia e fitogeografia, con la richiesta di una panoramica di prove da somministrare e una prova laboratoriale);
I due argomenti in questione oltre a non essere presenti nel programma d’esame del bando, a meno di forzature di interpretazione non rientrano neanche fra gli argomenti che normalmente si svolgono in classe in accordo con le linee guida ministeriali.
Per quanto sia innegabile che la preparazione di un docente debba essere la più ampia possibile anche nella capacità di riuscire a fronteggiare le richieste più varie e realizzare percorsi di collegamento e di interpretazione, è vero però che le richieste sono state troppo lontane da quanto propriamente pertinente con le nostre competenze.
Vogliamo sollevare la questione affinché le commissioni con D.M. 95 ed allegato alla mano si rendano conto tra i criteri della valutazione dello sforzo e dell'impegno profuso per rispondere a quesiti lontani dalle conoscenze e competenze richieste dal Bando e di come ciò abbia sottratto tempo ad altri quesiti più calati nel programma richiesto per il superamento della prova. Può essere anche vero che con la riforma delle classi di concorso la A031 tocchi anche altre discipline non propriamente "scienza degli alimenti" ma noi candidati ci siamo attenuti all'allegato A per la preparazione per la prova. Pertanto chiediamo ai colleghi membri della commissione di prendere seriamente in considerazione tale situazione.
.
Gruppo Abilitati A031

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur