Concorso a cattedra. Centemero: vincitori rischiano di non essere assunti prima della scadenza di validità delle graduatorie

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“La legge 107 ha previsto lo svolgimento di concorsi a posti e cattedre articolati su più ambiti: per il personale docente della scuola dell’infanzia e della primaria, della scuola secondaria di primo e secondo grado e infine per i docenti di sostegno. Questi concorsi su base regionale hanno avuto inizio con notevole ritardo e a quasi un anno dal loro avvio in alcune regioni non sono state ancora concluse tutte le procedure”.

Lo dichiara la deputata Elena Centemero, responsabile nazionale scuola e università di Forza Italia. “I vincitori rischiano, a causa dei ritardi e in seguito a probabili errori di quantificazione della disponibilità di cattedre, di non riuscire ad essere immessi in ruolo prima della scadenza della validità delle graduatorie.

Ho perciò depositato un’interrogazione alla ministra Fedeli al fine di sapere quale sia lo stato di avanzamento delle procedure di pubblicazione delle graduatorie di merito relative al concorso 2016, utili per l’immissione in ruolo nel prossimo anno scolastico, e se non intenda intervenire affinché le stesse siano concluse nel più breve tempo possibile assicurando il mantenimento di tutti i posti che erano stati resi disponibili per il concorso”, conclude.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare