Concorso a cattedra: avv. Tarsia ricorre al Tar Lazio per bloccare una selezione illegittima

Di
WhatsApp
Telegram

Comunicato dell’ avvocato Tarsia – Il ricorso riservato ai docenti precari abilitati inseriti nelle Graduatorie ad esaurimento o nelle Graduatorie di merito punta a invalidare il bando di concorso.

Comunicato dell’ avvocato Tarsia – Il ricorso riservato ai docenti precari abilitati inseriti nelle Graduatorie ad esaurimento o nelle Graduatorie di merito punta a invalidare il bando di concorso.

Per info o istruzioni, scrivi a [email protected] (si prega di controllare attentamente l’email, per evitare errori di digitazione) e seguici su http://noalconcorso.blogspot.it/.

Come ho già avuto modo di spiegare, il bando ministeriale pubblicato nella G. U. del 24 settembre 2012, vìola varie norme di legge ed è in contrasto con la più recente giurisprudenza.

Chi volesse approfondire, potrà visitare il mio blog, o leggere i precedenti comunicati. Una efficace sintesi di tutte le ragioni per dire “No al concorso!” si può, inoltre, ritrovare nel seguente articolo della giornalista Antonella Ricciardi.

L’obiettivo del ricorso al Tar Lazio è di annullare, bloccare o ritardare l’intera procedura concorsuale per espressa violazione di legge, almeno fino a quando non saranno esaurite tutte le graduatorie. La mia fondata speranza è che le centinaia di docenti a cui il concorso ruberà il futuro e che, pertanto, si stanno rivolgendo al mio studio legale, possano ottenere giustizia attraverso il blocco di questo concorso inutile, costoso, ingiusto.”

Se sei un docente precario inserito nelle GaE o nelle GM, e vuoi intraprendere le procedure per ricorrere al Tar Lazio nel ricorso patrocinato dall’avvocato Rosario Tarsia del foro di Roma, il costo è di 63 euro.

Per informazioni o ricevere le istruzioni operative scrivi a [email protected] (si prega di controllare attentamente l’email, per evitare errori di digitazione), e seguici su http://noalconcorso.blogspot.it/. Ci sono ancora pochissimi giorni per aderire!

—–

Ci sono giunte segnalazioni da parte di docenti che, pur convinti di scrivere all’avvocato Tarsia, o non hanno ricevuto risposta, oppure hanno ricevuto le istruzioni operative di ricorsi patrocinati da altri studi legali.

Si sottolinea dunque che, per ricevere le istruzioni operative del ricorso patrocinato dall’avv.Tarsia, l’unico indirizzo email al quale scrivere è [email protected], facendo attenzione a evitare errori di digitazione.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur