Concorso a cattedra. Addio al tema, arriva la prova semistrutturata con risposte sintetiche

Di
WhatsApp
Telegram

red – I "vecchi docenti" quelli dei concorsi del "90" e "99" saranno stati gli ultimi ad aver avuto accesso alla cattedra per aver scritto un buon tema. Dal prossimo concorso ci sarà la prova semistrutturata.

red – I "vecchi docenti" quelli dei concorsi del "90" e "99" saranno stati gli ultimi ad aver avuto accesso alla cattedra per aver scritto un buon tema. Dal prossimo concorso ci sarà la prova semistrutturata.

Lo avevamo già anticipato, il giorno stesso dell’annuncio del Ministro raccogliendo le indiscrezioni del sindacato scuola Athena: la prova scritta dell’imminente concorso a cattedra sarà una prova semistrutturata, cioè con composta da una serie di quesiti a risposta aperta e finalizzata a valutare la padronanza delle discipline, e con riferimenti interdisciplinari. E qui sta la grande novità. Per la scuola primaria, inoltre, sarà presentata una prova atta ad accertare la conoscenza della lingua inglese.

Inoltre le risposte dovranno essere sintetiche (alla domanda si risponde con max tot numero di righe o parole) con griglia di valutazione che dovrebbe essere disposta a livello nazionale

Ricordiamo che alla prova scritta, la seconda, si accederà solo dopo aver superato la preselezione.

Diverso, rispetto al precedente sistema relativo al tema, sarà il sistema di valutazione delle prove strutturate. Il voto sarà espresso in quarantesimi e i candidati potranno accedere alla prova successiva se avranno conseguito un punteggio non inferiore a 28.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia