Concorso a cattedra, 65% bocciati. Gavosto, preparazione non adeguata. Chi è stato assunto per anzianità non ha avuto verifica competenze

WhatsApp
Telegram

"Un dato preoccupante", afferma Andrea Gavosto, Direttore della Fondazione Agnelli, commentando i dati delle bocciature del concorso a cattedra.

"Un dato preoccupante", afferma Andrea Gavosto, Direttore della Fondazione Agnelli, commentando i dati delle bocciature del concorso a cattedra.

"La qualità della scuola – dice a Rainews24 – dipende dalla qualità degli insegnanti".

"Chi ha partecipato al concorso era abilitato, ha già superato un esame di abilitazione e, come si è sempre sospettato, questi corsi di abilitazione sono molto diversi in termini di qualità della preparazione. Andrebbe rivisto l'accesso attraverso l'abilitazione che non è sufficiente. In questo modo avremo posti scoperti per l'anno che sta per iniziare."

Per Gavosto, il concorso rimane la strada maestra e commenta "in questi anni la scuola ha accumulato lunghe code che ogni anno salivano per anzianità, senza verifica delle competenze. La qualità della scuola dipende dalla qualità degli insegnanti che vi lavorano. Il concorso è la strada più seria, ma il problema sono le competenze di chi vuole fare l'insegnante, che non sono adeguate."
 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur