Concorso a cattedra 2018. I 24 CFU: decreto, programmi da studiare, costi, come acquisirli. Lo speciale

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur ha pubblicato il decreto del 10 agosto 2017, n. 616, con il quale si indicano le modalità di conseguimento dei 24 CFU, necessari – oltre alla laurea – per accedere al concorso a cattedra 2018 per la scuola secondaria.

Si tratta di 24 CFU da acquisire in discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche. I dettagli.

Il decreto risponde alle disposizioni del D.lgs. n. 59/2017, attuativo della legge n. 107/2015, entrato in vigore il 31 maggio 2017.

Concorso a cattedra 2018. 24 CFU: tabella Miur su come conseguirli e come certificare quelli già conseguiti

Il decreto Miur

I costi.

Chi sta per conseguire la laurea potrà effettuare gli eventuali esami aggiuntivi gratuitamente.

Chi è già laureato e deve integrare gli esami potrà farlo pagando al massimo 500 euro, che saranno ridotti in proporzione al reddito e al numero di crediti da conseguire.

Modalità. I 24 CFU potranno essere acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare.

I crediti potranno essere acquisiti esclusivamente presso enti interni al sistema universitario o dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica.

Si potranno acquisire per modalità telematica un massimo di 12 crediti. Potranno essere riconosciuti anche i crediti conseguiti nell’ambito di Master, Dottorati di ricerca, Scuole di specializzazione.

Sei crediti, inoltre, vanno acquisiti in almeno tre di questi ambiti disciplinari:

1) pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione;

2) psicologia:

3) antropologia;

4) metodologie e tecnologie didattiche.

Concorso 2018. Requisito 24 CFU: come acquisirli, organizzazione percorsi e costi

Per favorire gli studenti il numero degli esami ‘riconoscibili’ per i 24 cfu presso i diversi settori scientifico-disciplinari è stato molto ampliato.

Concorso a cattedra 2018. 24 CFU: tabella Miur su come conseguirli e come certificare quelli già conseguiti

E’, inoltre, possibile vedersi riconosciuti crediti già conseguiti:

Concorso a cattedra, 24 CFU: quali crediti possono essere riconosciuti tramite master, corsi di specializzazione ed altri corsi universitari

Concorso a cattedra 2018 e 24 CFU. Università e Accademie certificheranno quelli già conseguiti

Secondo il Miur esami vecchio ordinamento potrebbero valere 6 crediti. Leggi tutto

Proposta CUN per il riconoscimento dei crediti già acquisiti.

Settori scientifico-disciplinari.

I 24 crediti sono relativi ai seguenti ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica. Qui i settori scientifico-disciplinari

I programmi da studiare per ogni classe di concorso. Scaricali

Concorso a cattedra 2018: scadenza per conseguire i 24 CFU. Le indicazioni delle Università  Leggi tutto

L’acquisizione dei 24 CFU interessa tutti i partecipanti al concorso. Concorso a cattedra 2018: i 24 CFU vanno conseguiti da tutti i partecipanti, indipendentemente dalla laurea posseduta

Chi non deve acquisire i 24 CFU. Nel 2018 fase transitoria per ruolo ad abilitati e non abilitati con 3 anni servizio. Non servono i 24 CFU, le procedure

Sino all’anno scolastico 2024/2025, inoltre, i 24 CFU (oltre alla laurea) non costituiscono requisito per partecipare al concorso anche per gli insegnanti tecnico-praticiConcorso a cattedra 2018: titolo di accesso per gli ITP. A partire da quando i 24 CFU

La consulenza su http://chiediloalalla.orizzontescuola.it/

Segui tutte le news direttamente sul tuo cellulare con il  nostro canale gratuito Telegram

La community – il forum di OrizzonteScuola.it

Versione stampabile
anief anief