Concorso ATA servizi pulizie, info su presentazione domande. Decreto è alla Corte dei conti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Si è tenuto ieri, 20 novembre, l’incontro tra la delegazione dell’USB, il sottosegretario al Miur De Cristofaro e il dirigente del Miur dott. Greco. Il decreto per l’internalizzazione dei servizi di pulizia è alla Corte dei conti e sarà poi pubblicato.

La procedura assunzionale prevederà la presentazione delle domande su base provinciale, consentendo successivamente una mobilità interprovinciale sui posti che si renderanno liberi nelle province che presenteranno esuberi di posti rispetto al numero di candidati.

La piattaforma per la presentazione delle domande su istanze online è stata intanto testata. Guida alla registrazione e alla navigazione su Istanze Online

Per ciò che riguarda i requisiti, invece, a coloro che hanno dieci mesi di servizio si considererà l’intero anno al fine del possesso del requisito di accesso.

Sono stati inoltre eliminati i massimali di 90 e 10 punti sul servizio e i titoli, così che si possano caricare tutti i servizi e i titoli effettivamente posseduti.

Per la trasformazione dei contratti part time in full time negli anni successivi, verranno utilizzate le economie ricavate dai pensionamenti dei lavoratori internalizzati.

Emendamenti ex LSU

Nell’ambito del decreto scuola, sono stati approvati emendamenti per l’internalizzazione dei servizi di pulizia e ausiliariato nelle scuole di ogni ordine e grado. In particolare, per i cosiddetti ex LSU, viene prorogato di due mesi il termine per le assunzioni, con una seconda fase che permetterà di recuperare i posti rimasti eventualmente disponibili grazie a procedure di mobilità volontaria: è prevista una seconda procedura, successiva, sui posti ancora residuali, con requisito di 5 anni, anche a tempo determinato.

La bozza del decreto e il parere del CSPI

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione