Concorso Ata appalti pulizie: 7000 lavoratori sarebbero senza requisiti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Stop appalti pulizie scuole: 11.263 i posti, 16mila i lavoratori, 7000 sarebbero senza i requisiti per accedere alla procedura concorsuale.

Non si fermano le problematiche legate al prossimo concorso Ata che vedrà lo stop agli appalti di pulizia nelle scuole dal 1° gennaio 2020. A partire da questa data infatti i servizi di pulizia verranno internalizzati con la stabilizzazione dei lavoratori delle imprese.

Proprio pochi giorni fa il CSPI ha espresso parere favorevole alla bozza del decreto, nonostante abbia richiesto alcune modifiche alla stessa.

Una delle problematiche rilevate da tempo dai sindacati è la differenza tra la platea dei lavoratori e il numero dei posti accantonati. I primi sono circa 16mila, i secondi poco più di 11mila, dunque resterebbero fuori circa 5000 lavoratori. Per questo dal 19 al 22 novembre sono previste mobilitazioni in tutta Italia dei sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UIltrasporti.

Oltre a queste difficoltà, sono state rilevate anche quelle relative al possesso dei requisiti da parte dei candidati: 7000 lavoratori sarebbero senza. Questo, stando alle alle simulazioni effettuate dalle aziende riportate in un dossier di Confcooperative Lavoro e Servizi, di cui parla Avvenire.

Requisiti

I requisiti per poter partecipare alla procedura concorsuale (da cui è stato eliminato il colloquio) indicati nella bozza, sono:

  • diploma di scuola secondaria di primo grado, conseguito entro la data di scadenza del termine per la presentazione delle domande alla selezione;
  • aver svolto almeno dieci anni, anche non continuativi, nei quali devono essere inclusi gli anni 2018 e 2019, servizi di pulizia e ausiliari presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità di dipendente a tempo indeterminato di imprese titolari di contratto per lo svolgimento di tali servizi.

Per accedere alla procedura selettiva sarà necessario, inoltre, essere in possesso dei requisiti generali per l’accesso all’impiego nelle pubbliche amministrazioni (Dpr 487 del 9 maggio 1994). Appalti pulizie, ok alle assunzioni dal CSPI. Ecco la bozza del decreto

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione