Concorso ATA 24 mesi, regolamento supplenze, concorsi DSGA ed ex LSU: la Uil Scuola Rua chiede al Ministero convocazione urgente

WhatsApp
Telegram

La Federazione UIL Scuola Rua ha inviato al Ministero una richiesta di apertura di tavoli specifici per affrontare le criticità legate ad alcune tematiche relative all’aggiornamento dell’ordinanza ministeriale n° 21 del 23 febbraio 2009 relativa all’indizione e svolgimento dei concorsi ATA 24 mesi, aggiornamento del regolamento delle supplenze, concorsi DSGA ed EX LSU, posizioni economiche.

Riguardo il bando ATA 24 mesi, le cui domande sono aperte dal 27 aprile al 18 maggio, la Uil Scuola Rua rileva le seguenti criticità:

Data di scadenza di inoltro delle domande
In merito all’imminente procedura online del bando 24 mesi, la Uil evidenzia la necessità di chiarire che, indipendentemente dalla data di inoltro della domanda, il servizio dovrà essere valutato fino alla data di scadenza prevista per l’invio delle domande chiaramente se inclusa nel contratto di supplenza.
Tale chiarimento si rende necessario a seguito di interpretazioni diversificate sui territori.

Bandi regionali
I bandi regionali, in conformità all’ordinanza ministeriale n° 21 del 23 febbraio 2009, annoverano come valutabili le sole qualifiche regionali rilasciate ai sensi dell’art 14 legge 845/78. La normativa specifica, come ovvio che sia, dopo ben 44 anni, è stata innovata.
A tal proposito, la UIL chiede di integrare la circolare ministeriale per l’indizione dei concorsi ATA 24 mesi, esplicitando la piena valutabilità delle qualifiche rilasciate ai sensi della normativa vigente (qualificazioni rilasciate dalle Regioni e dalle Province Autonome di Trento e Bolzano ai sensi del Decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali 30 giugno
2015, afferenti al Repertorio Nazionale dei titoli di formazione e delle qualificazioni professionali di cui all’art.8 D.Lgs.13/2013).
E’ altresì necessario chiarire la valutabilità anche delle qualifiche rilasciate della Regione Campania ed emesse in base all’art. 6 D.Lgs.13/2013 ricordando che la stessa Regione ha pubblicato una nota chiarificatrice circa la validità delle stesse su tutto il territorio nazionale (Nota prot. N. 510839 del 5 ottobre 2021).

Valutabilità del servizio
Relativamente ai servizi riconosciuti giuridicamente a seguito di conciliazione e/o sentenza, la UIL pone in evidenza ed in maniera documentata la problematica sorta in alcuni ambiti territoriale in merito alla mancata valutabilità, ai fini dell’inserimento nelle graduatorie permanenti ATA.
Un orientamento fortemente contestato dalla nostra organizzazione sindacale che chiede di chiarire che, il servizio in questione, deve essere considerato utile anche ai fini della maturazione dei requisiti circa l’inserimento nelle graduatorie permanenti.

Dichiarazione dei servizi
Durante la fase di compilazione delle istanze gli aspiranti che aggiornano la propria posizione possono importare i servizi in quanto pre-caricati dal sistema. La fase maggiormente delicata e faticosa è rappresentata, senza dubbio alcuno, dai nuovi inserimenti per i quali il servizio non risulta essere pre- caricato. Evidenziato, quindi, l’anomalia presente nel sistema, la UIL
Scuola Rua chiede di adeguarlo per evitare, in fase di inoltro domanda, inutili complicazioni, a carico degli aspiranti.

Richiesta 

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso