Concorso abilitati, Uil al Miur: definire criteri partecipazione docenti di ruolo. Procedura riservata anche per i nuovi concorsi

Stampa

Come riferito, al prossimo concorso riservato ai docenti abilitati, previsto dall’articolo 17 del D.lgs. n. 59/2017, potranno partecipare anche i docenti di ruolo, a seguito della sentenza della Corte Costituzionale. 

Ad affermarlo lo stesso ministro Fedeli: Fedeli: “concorso per abilitati tra pochi giorni, per supplenti con 3 anni di servizio e laureati a marzo. Ammessi i docenti di ruolo”. Anticipazioni sul decreto

La Uil ha chiesto un incontro al Miur al fine di conoscere i criteri di partecipazione del personale di ruolo al al concorso suddetto:

La scrivente Organizzazione sindacale, prendendo atto che il Ministro, come da noi auspicato, ha manifestato l’intenzione di voler recepire la sentenza della Suprema Corte, che estende al personale a tempo indeterminato la possibilità di partecipazione alle procedure concorsuali riservate, chiede uno specifico incontro per verificare come il Miur intenda dare attuazione a detta sentenza.
Nella medesima richiesta di incontro, sempre in riferimento al personale di ruolo, il sindacato guidato da Pino Turi indica che, quando entrerà a regime la riforma, per cui vi saranno solo i concorsi destinati ai laureati in possesso dei 24 CFU, va prevista una ulteriore fase riservata, nell’ambito della normale procedura concorsuale.
Il personale suddetto dovrebbe essere ammesso direttamente al terzo anno del percorso FIT.
Ecco la richiesta:
La scrivente Organizzazione sindacale, prendendo atto che il Ministro, come da noi auspicato, ha manifestato l’intenzione di voler recepire la sentenza della Suprema Corte, che estende al personale a tempo indeterminato la possibilità di partecipazione alle procedure concorsuali
riservate, chiede uno specifico incontro per verificare come il Miur intend
a dare attuazione a detta sentenza.
La Uil Scuola, come già comunicato ai rappresentanti del Miur più volte e con diverse modalità, ritiene urgente definire criteri di partecipazione di detto personale.
Nel merito, la Uil ritiene che nella prossima fase riservata debba poter partecipare anche il personale già di ruolo in possesso di specifica abilitazione.
A regime, invece, va previsto una ulteriore fase riservata, all’interno della normale procedura concorsuale, per il personale di ruolo in possesso del solo titolo di accesso.
Detto personale, al pari del personale di cui alla procedura precedente, dovrà essere inserito direttamente al terzo anno del percorso FIT che prevede la sola prova orale.
Pino Turi
Segretari generale

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur