Concorso abilitati, Consiglio di Stato ammette docenti solo laureati ma con servizio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Consiglio di Stato, Sez. VI, in accoglimento delle domande cautelari monocratiche ammette al colloquio orale i docenti con 3×180 giorni di servizio su Materia e i docenti su Sostegno anche con meno di 3×180 tutelati dall’Associazione “Docenti per i Diritti dei Lavoratori”.

Chi potrà partecipare al concorso per docenti abilitati

In una nota il presidente dell’associazione Docenti per i Diritti dei Lavoratori Pasquale Vespa spiega che potranno partecipare al concorso bandito con DDG n. 85 del 1° febbraio 2018 i docenti, destinatari delle cautelari

  • con almeno tre anni di servizio sulla materia (180×3 curricolare)
  • con almeno tre anni di servizio su sostegno (180×3 sostegno)
  • con servizio su sostegno anche inferiore alle tre annualità

La soluzione politica per la stabilizzazione dei docenti con servizio

“Ma noi dell’associazione Docenti per i Diritti dei Lavoratori crediamo nella soluzione politica del problema precariato nella Scuola Pubblica Italiana, lo diciamo da 4 anni e ne siamo ancor più convinti oggi – dice il professor Vespa –  e queste che sono, lo ricordiamo, solo cautelari favorevoli, sono da stimolo a proseguire nel confronto con le forze politiche del Governo del Cambiamento! Perchè la soluzione va trovata per tutti i Lavoratori che in questi anni hanno garantito il corretto funzionamento della scuola pubblica e in maniera definitiva!”

Lo schema che consigliamo di adottare è la soluzione presa in favore delle Diplomate Magistrali che nonostante siano state bocciate nelle loro richieste dalla sentenza Plenaria del 20 dicembre scorso, sono state valorizzate da una soluzione politica che le porterà alla stabilizzazione. Che non si facciano altre discriminazioni. Che la Politica si assuma le sue responsabilità, e con un atto di giustizia adotti una delle nostre soluzioni per dare una risposta di stabilizzazione a tutto il precariato! L’Associazione non si ferma!” – conclude la nota del presidente Pasquale Vespa di Docenti per i Diritti dei Lavoratori.

Versione stampabile
anief
soloformazione