Concorso abilitati 2018 va avanti, a settembre i ruoli

Stampa

La Corte Costituzionale si è espressa oggi sulla procedura del concorso riservato ai docenti abilitati, indetto con DDG n. 85/2018, al quale avevano chiesto di partecipare anche docenti laureati, ITP e dottori di ricerca. 

Il concorso va avanti per i 50 mila docenti interessati, alcuni dei quali già assunti nel terzo anno FIT per l’a.s. 2018/19 e molti altri in procinto di essere assunti da settembre 2019.

Nelle more della pubblicazione della sentenza la Corte Costituzionale ha pubblicato un messaggio, nel quale spiega che da un lato la richiesta di partecipazione da parte dei dottori di ricerca è infondata, dall’altra che la richiesta di esprimersi sulla presunta incostituzionalità della procedura è inammissibile.

Ne consegue che il concorso, come indetto dal Miur con il bando DDG n. 85/2018 rimane in piedi, i ruoli non sono messi in discussione.

Pertanto la questione  o meno della legittimità del concorso non è stata neanche discussa, in quanto  “inammissibile per difetto di
rilevanza”.

A settembre, le procedure di reclutamento continueranno ad essere per il 50% da GaE e per il 50% dai concorsi.

Il comunicato della Corte Costituzionale

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 31 dicembre 2021. Il 9 novembre ne parliamo in diretta. Registrati al webinar