Concorso a cattedra: riammessa docente assente alla prova orale perché doveva partorire

WhatsApp
Telegram

comunicato Ufficio Consigliera Parità Provincia di Teramo – Una insegnante precaria aveva superato la prova scritta dell’ultimo concorso, del 2016, indetto dal MIUR per l’insegnamento di matematica ed era stata ammessa alla successiva prova ma, nonostante la gravidanza non fosse ancora a termine, si era dovuta ricoverare in ospedale per partorire.

La neo mamma ricoverata inviava tempestivamente dall’ospedale all’USR (Ufficio Scolastico Regionale) dell’Abruzzo la certificazione comprovante il suo ricovero per giustificare la sua assenza alla prova fissata proprio in quei giorni. Uscita dall’Ospedale contattava telefonicamente l’Ufficio scolastico e veniva rassicurata che la certificazione era stata ricevuta e che sarebbe stata convocata in una sessione suppletiva per espletare la prova a cui non aveva potuto partecipare in seguito al parto.

Dopo circa un mese l’insegnante riceveva una pec dall’Ufficio con la quale le comunicavano l’esclusione dal concorso perchè “….la sua assenza alla prova equivale a rinuncia”. La sig.ra decide allora di denunciare la grave discriminazione alla Consigliera di Parità della Provincia di Teramo l’Avv. Prof.ssa Anna Pompili che  per il tramite dei Legali del suo Ufficio impugna il provvedimento e il 23 febbraio 2017 finalmente il provvedimento del TAR Lazio che “………in considerazione delle intervenute tempestive comunicazioni ad opera dell’istante circa la sua condizione e della condotta discriminatoria tenuta dall’amministrazione che avrebbe dovuto interpretare la clausola del bando di cui all’art. 7, comma4, del bando di concorso in senso non violativo dell’art. 27 del d.lgs n. 198/2006 ( codice pari opportunità)……………..  ordina all’Amministrazione di sottoporre la ricorrente alla prova concorsuale mancante, nel termine di trenta giorni dalla notificazione del presente provvedimento.”

La Consigliera ha chiamato la Docente le ha comunicato la bella notizia e le ha augurato un grande in bocca al lupo per la prova che dovrà sostenere la Docente ha promesso che ce la metterà tutta per superare la prova sta già studiando tra una poppata e l’altra,  una bella vittoria che ha ridato la dignità ad una Donna anzi ad una Mamma.

Distinti saluti.
La segreteria dell’Ufficio della Consigliera di Parità

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff