Concorso a cattedra straordinario, prova scritta e orale: 50 quesiti con 4 possibili risposte in 100 minuti. Orale in 45 minuti. Ecco le tematiche [BOZZA]

La pubblicazione del bando è prevista entro la fine dell’estate. Le prove saranno due: una prova scritta ed una prova orale. In questa pagina daremo indicazioni dettagliate sulla prova scritta e orale.

Prova scritta

La durata dell’esame è di 100 minuti, considerando anche eventuali tempi supplementari e strumenti ausiliari come previsto dalla legge 5 febbraio 1992, n. 104, e dal Decreto del Ministro per la Pubblica Amministrazione del 9 novembre 2021, nonché dalle disposizioni dell’articolo 3 dello stesso decreto.

La prova scritta è composta da cinquanta quesiti suddivisi nel seguente modo:

Per i posti comuni, ci sono quaranta quesiti a scelta multipla volti a verificare le conoscenze e le competenze del candidato nei campi pedagogici, psicopedagogici e didattico-metodologici, distribuiti come segue:

  1. Dieci quesiti in ambito pedagogico.
  2. Dieci quesiti in ambito psicopedagogico, inclusi gli aspetti legati all’inclusione.
  3. Venti quesiti in ambito didattico-metodologico, inclusi gli aspetti relativi alla valutazione.

Per i posti di sostegno, ci sono quaranta quesiti a scelta multipla che riguardano le metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilità, con l’obiettivo di valutare le conoscenze e le competenze dei candidati relativamente ai contenuti e alle procedure per l’inclusione degli alunni con disabilità nell’ambito scolastico.

Per i posti comuni e di sostegno, ci sono cinque quesiti a scelta multipla sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue e cinque quesiti a scelta multipla sulle competenze digitali riguardanti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per migliorare la qualità dell’apprendimento.

Ogni quesito è composto da una domanda seguita da quattro possibili risposte, di cui solo una è corretta. I cinquanta quesiti vengono somministrati a ciascun candidato in ordine casuale. Non viene effettuata una previa pubblicazione dei quesiti.

Preparati per i posti comuni con il nostro corso di formazione

Prova orale

La prova orale per i posti comuni mira a valutare soprattutto le conoscenze e le competenze del candidato nella disciplina della classe di concorso a cui partecipa nonché le competenze didattiche generali e la capacità di progettare attività didattiche efficaci, compreso l’utilizzo delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali, per raggiungere gli obiettivi stabiliti dai programmi scolastici vigenti. A tal fine, durante la prova orale viene anche svolto un apposito test didattico specifico, che consiste in una lezione simulata.

La prova orale per i posti di sostegno valuta la competenza del candidato nelle attività di supporto agli studenti con disabilità, finalizzate alla creazione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle diverse potenzialità e tipologie di disabilità, anche attraverso l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali. A tal fine, durante la prova orale viene anche svolto un apposito test didattico specifico, che consiste in una lezione simulata.

La durata massima complessiva della prova orale è di 45 minuti.

Preparati per i posti comuni con il nostro corso di formazione

Requisiti

Posti comuni (è sufficiente un requisito)

  • laurea di accesso alla classe di concorso + abilitazione
  • diploma per ITP della tabella B del DPR 19/2016 (o abilitazione). Il requisito è valido fino al 31 dicembre 2024
  • laurea di accesso alla classe di concorso + 3 anni di servizio negli ultimi cinque, svolti nella scuola statale, di cui uno specifico per la classe di concorso.
  • laurea di accesso alla classe di concorso + 24 CFU

Posti di sostegno

Si partecipa con il titolo di specializzazione specifico per il grado di scuola richiesto (anche con riserva in attesa del riconoscimento).

A quante procedure si può partecipare

Si potrà partecipare max per una classe di concorso della scuola secondaria di primo grado e una della secondaria di secondo grado, più sostegno primo grado e secondo grado, se in possesso dei titoli di accesso.

CFU mancanti

I candidati che superano le prove dovranno conseguire i CFU mancanti per il conseguimento dell’abilitazione corrispondente a 60 CFU.

Preparati per i posti comuni con il nostro corso di formazione

Vedi anche

Concorso a cattedra docenti: due bandi previsti. Ecco chi potrà partecipare, le possibili date, tutte le NOVITÀ [BOZZA Decreto]

Exit mobile version