Concorso a cattedra, La beffa degli idonei. Lettera

Stampa

A Voi, On. Presidente Renzi e Gentile Ministro Giannini, che parlate di stabilizzazione, di fase transitoria per chi è stato bocciato al concorso, ma che di noi neanche accennate…NOI, IDONEI, che QUESTO CONCORSO LO ABBIAMO SUPERATO ma siamo aldilà del 10% , non potete cancellarci con un colpo di spugna, quasi come se non l’avessimo mai fatto… ritrovandoci in questo “limbo”, dimenticati, mai menzionati.

Non avete neanche la più pallida idea di come ci si possa sentire in questa situazione, dopo anni di esperienza nella scuola…annullati, beffati e calpestati…e questo non è rispetto per la dignità professionale oltre che umana. A Lei, Gentile Presidente Renzi, sul cui sito internet riporta le testuali parole “sarà valorizzata l’esperienza di chi ha già insegnato e invece mi ritrovo io, con 10 anni di esperienza alle spalle, a casa, superata nel concorso da chi invece di esperienza non ne ha, e che, solo perché ha fatto il TFA piuttosto che il PAS, valutato quest’ultima come abilitazione di serie B, ha avuto la meglio.

Dopo una vita passata sui libri, diplomata col massimo dei voti (100/100), laureata in tempi record con un voto di tutto rispetto (108/110), con una “gavetta” alle spalle di scuole paritarie e statali sin dal 2006 (ben 10 anni di esperienza come docente PRECARIA), ecco che arrivate Voi, la Vostra Buona Scuola e la legge 107 e il Concorso del secolo…

Eh no, perché non bastava che nonostante tutto, avessi superato a maggio lo scritto del concorso con le sole mie forze, senza neanche l’ausilio del dizionario, visto che solo un terzo di noi poveri abilitati siamo passati…non bastava neanche che avessi superato l’orale, purtroppo a stento per motivi di salute, quella afosa mattina di agosto…Dovevate per forza metterci quel paletto del limite degli idonei al 10%…ed io che idonea alla fine lo sono, ma oltre quel 10% per soli 2,4 punti, cosa mi resta di tutto questo? La peggior beffa delle beffe, la rabbia dopo la soddisfazione di aver superato il famoso scritto che molti temevano di non superare, l’amarezza di non rientrare nella fatidica GM dopo l’entusiasmo di aver sostenuto e superato un orale che ha messo tutti in ginocchio…

Ma, d’altronde, Voi, che ne potete sapere dei sacrifici fisici, psicologici e materiali sostenuti in tutti questi anni per poi ritrovarsi a mani vuote? Che ne sapete, Voi, di un’abilitazione presa al nono mese di gravidanza a centinaia di km di distanza da casa e con tutti i rischi del caso, di anni di precariato in scuole paritarie mal pagati, di sacrifici fatti per cercare di laurearsi in tempo e NON di perdere tempo…e Voi,invece, così, quanto TEMPO mi sta facendo sprecare, se è vero che a 24 anni ero già con la laurea in mano e mi ritrovo oggi, a 36 come un file nel cestino del desktop del computer dove un dito dall’alto ha pressapoco deciso di cancellarlo definitivamente. Perché è cosi che mi sento personalmente oggi, a 14 giorni dal concorso sostenuto… umiliata e sconfitta, delusa, amareggiata, deprezzata, scoraggiata e beffata, sopraffatta dalla rabbia di aver superato un concorso INUTILMENTE, con un’estrazione di traccia sicuramente non tra le migliori ma che, nonostante tutto, ero riuscita ad impostare decorosamente, ed un calvario di 24 ore per preparare, in uno scomodissimo comò di un b&b di un angolo della Sicilia, una pseudolezione a cui, tra l’altro, quasi nessuno presta attenzione. E così, beffa delle beffe, abilitata ma ancora in 2^ fascia d’Istituto, visto che non Vi decidete a riaprire queste GAE, dopo aver sacrificato per un’estate intera mia figlia, affetti e salute, nonostante questo tour de force, nonostante IO in questo concorso non sia stata bocciata, spiegatemi che senso ha avuto tutto ciò, se con questa Vostra mossa strategica avete ucciso definitivamente la speranza del ruolo e annullato ogni altro tipo di entusiasmo.

Beati e fortunati, allora, tutti quei colleghi che neanche lo scritto hanno superato, evitando così di sottoporsi ad un tale strazio, e da costoro, beffa della situazione, io continuo ad essere superata in graduatoria.

Distinti saluti

Emilia Cavallaro

Stampa

Eurosofia. Acquisisci punteggio in tempi rapidi per l’aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora