Concorso a cattedra: in arrivo prove suppletive. Chi potrà partecipare

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Apprendiamo che il Miur si appresta a fissare il calendario nazionale delle prove scritte suppletive del concorso a cattedra. Ecco chi vi potrà partecipare

Si tratta degli aspiranti che hanno chiesto di partecipare alle prove selettive del concorso a cattedra in assenza del previsto requisito di abilitazione.

Si tratta in prevalenza di candidati per le classi di concorso della tabella B del DPR n. 19/2016 (ex Tabella C del DM n. 39/1998) relative agli insegnanti tecnico -pratici.

Gli Uffici Scolastici avevano respinto le richieste di partecipazione in quanto i candidati non erano in possesso del titolo di abilitazione richiesto dal bando. Alcuni candidati hanno però ottenuto dal tribunale Amministrativo la possibilità di partecipare al concorso, attraverso le prove selettive.

Il TAR Lazio infatti, con avviso n. 5537 del 12 maggio 2016, avevano dato il via libera all’eventuale attivazione di apposite sessioni suppletive, dopo aver preso anche atto della necessità di “bilanciare le ragioni di urgenza delle parti con l’interesse pubblico al regolare svolgimento delle prove concorsuali, nonché all’approfondita valutazione delle nuove tematiche sottoposte a giudizio”, dopo il parere favorevole ai ricorrenti espresso dal Consiglio di Stato.

Adesso il Miur, dovendo fissare il calendario delle prove scritte, sta chiedendo agli Uffici scolastici di indicare il numero dei candidati che hanno ottenuto pronunce giurisdizionali favorevoli.

Come detto, si tratta in prevalenza di ITP, ma potrebbero esserci anche altre classi di concorso.

Non sono state ancora fissate le date.

Tutto sul concorso a cattedra

Versione stampabile
anief
soloformazione