Concorso a cattedra, in arrivo nuova procedura straordinaria: prova scritta computer based e una prova orale. Emendamento a decreto sostegni

Stampa

Un emendamento al Decreto sostegni che ha avuto larga condivisione tra le forze politiche, tanto da essere stato elencato tra quelli “segnalati”, prevede l’avvio di una procedura concorsuale “semplificata” per l’accesso ai ruoli da docente.

Si tratta di una riformulazione del concorso ordinario già bandito che segue la via del concorso attualmente in via di conclusione riservato alle materie scientifiche STEM.

Prova scritta

Infatti, nell’emendamento si prevede,  unica prova scritta con più quesiti a risposta multipla, volta all’accertamento delle conoscenze e competenze sulle discipline della classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, nonché sull’informatica e sulla lingua inglese.

Sempre seguendo la strada segnata dal concorso STEM, la prova sarà computer-based consterà di 50 quesiti, 40 dei quali vertenti sui programmi previsti dall’allegato A al decreto del Ministro dell’istruzione 20 aprile 2020, n. 201 per la singola classe di concorso, 5 sull’informatica e 5 sulla lingua inglese.

Ciascun quesito consisterà in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta; l’ordine dei 50 quesiti è somministrato in modalità casuale per ciascun candidato. La prova avrà una durata massima di 100 minuti

Prova orale

Per quanto riguarda la prova orale, questa sarà valutata al massimo 100 punti e superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti

Assunzioni

Secondo quanto leggiamo nell’emendamento, la formazione della graduatoria dovrà avvenire entro la data del 31 luglio 2021 e le assunzioni valide per il prossimo anno scolastico.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur