Concorso 2018, nuovi assunti si cambia. Ammessi a percorso di formazione e prova

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

La bozza della legge di bilancio, nell’ambito delle modifiche apportate al D.lgs. n. 59/2017 sul reclutamento nella scuola secondaria, interviene anche su una procedura in corso, ossia il concorso 2018 riservato agli abilitati della scuola secondaria e il percorso annuale FIT, superato il quale si è immessi in ruolo.

Concorso 2018 e FIT 2018/19

Il concorso 2018 è in corso di svolgimento con diverse procedure già completate e graduatorie pubblicate, ma con tante altre ancora da concludere.

Le graduatorie di merito regionali ad esaurimento pubblicate entro il 31 agosto 2018 sono state utilizzate per l’ammissione al percorso annuale FIT a.s. 2018/19. Il Miur, con il successivo DM n. 631/2018, ha prorogato al 31 dicembre 2018 il termine entro cui pubblicare le graduatorie (GMRE) e ritenerle valide per l’ammissione al FIT 2018/19 con decorrenza economica e giuridica dal 1° settembre 2019.

Nel corrente anno scolastico, comunque,  sono state già effettuate ammissioni al percorso annuale FIT  2018/19 e i docenti sono impegnati nelle attività previste. Abbiamo raccolto in uno speciale tutti i nostri articoli e informazioni sul percorso annuale FIT: articolazione, durata, attività da svolgere, soggetti coinvolti, valutazione finale. Lo speciale

Docenti non ancora avviati al FIT da GMRE 2018

La bozza della legge di bilancio (articolo 58), come suddetto, interviene sul FIT e prevede che ai docenti del concorso 2018, quindi inseriti nelle GMRE, non ancora avviati al percorso FIT, si applichi il D.lgs. 59/2017, come modificato dalla stessa legge, che sostituisce il FIT con il percorso annuale di formazione iniziale e prova.

Così leggiamo nella bozza di testo:

Ai soggetti di cui all’articolo 17, comma 2, lettera b), del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, avviati al percorso FIT nell’anno scolastico 2018/2019, continua ad applicarsi l’articolo 17, commi 5 e 6, del predetto decreto legislativo, come in vigore alla data del 31 dicembre 2018, salva la possibilità di reiterare per una sola volta il percorso annuale ivi disciplinato. Ai predetti soggetti che non siano ancora stati avviati al percorso FIT, si applica il decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59, come modificato dal presente articolo.

Non più FIT, dunque, ma percorso annuale di formazione iniziale e prova per i docenti inseriti nelle GMRE.

Percorso annuale di formazione iniziale e prova

Al percorso annuale di formazione iniziale e prova, previo superamento del concorso (gli abilitati delle GMRE 2018 lo hanno già svolto o sono in attesa di svolgerlo), i docenti accedono con contratto di supplenza.

Il percorso annuale, se valutato positivamente, assolve agli  obblighi dell’anno di formazione e provaal termine del quale gli interessati vengono assunti in ruolo.

Il percorso annuale di formazione iniziale e prova è ripetibile, diversamente dal FIT, per il quale il decreto 59/17 ne predispone l’irripetibilità (nella bozza si dispone, però, che anche il FIT, avviato nel 2018/19, sia ripetibile).

NB: sottolineiamo che quanto suddetto è previsto nella bozza della legge, per cui può essere soggetto a modifiche.

Reclutamento docenti: dopo concorso anno di formazione con stipendio da supplente. Si potrà ripetere

Anno prova FIT 2018/19, arriva modifica: si potrà ripetere

Versione stampabile
anief
soloformazione