Concorso 2018 abilitati: 60% a titoli e 40% alla prova orale. Come conteggiare anni di servizio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La selezione aperta con la firma da parte del Ministro Fedeli è aperta, per la scuola secondaria, ai docenti in possesso di abilitazione o di specializzazione su sostegno, inclusi le docenti e i docenti già di ruolo.

Le graduatorie di merito saranno regionali e formate sulla base di una prova orale (massimo 40 punti) e del punteggio derivante dai titoli e dal servizio pregresso (massimo 60 punti).

Durante l’anno di formazione iniziale e tirocinio, il docente sarà sottoposto a visite in classe per verificarne l’attitudine alla professione. L’anno si concluderà con una valutazione che, se positiva, porterà all’immissione in ruolo definitiva.

I titoli di servizio saranno valutati – secondo quanto stabilito nell’ultima versione del decreto presentato ai sindacati – per max 30 punti.

Il Servizio di insegnamento specifico, cioè prestato sullo specifico posto, classe di concorso o classe di concorso ricompresa nell’ambito disciplinare verticale per cui si procede alla valutazione, nelle scuole statali o paritarie di ogni ordine e grado, nelle istituzioni convittuali statali e nei percorsi di formazione professionale vale

2 Punti 2 per i primi due anni di servizio e 5 Punti dal terzo anno.

L’insegnamento prestato su posti di sostegno alle alunne e agli alunni con disabilità è valutato solo nella specifica procedura concorsuale.

Il servizio prestato nei percorsi di istruzione dei Paesi UE è valutato ove riconducibile alla specificità del posto o della classe di concorso.

È valutato come anno scolastico il servizio prestato a tempo determinato, per un periodo continuativo non inferiore a 180 giorni per ciascun anno scolastico, ai sensi dell’articolo 438, comma 1, del decreto legislativo 16 aprile 1994, 297 nonché dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124.

Il servizio non specifico Punti 0,80 Per i primi due anni e Punti 2 dal terzo anno di servizio

N.B. Precisiamo che la tabella potrà ancora subire della modifiche, in relazione alle ultime novità sulla partecipazione dei docenti di ruolo.

Concorso 2018 abilitati, Fedeli firma il decreto. Conteranno titoli e prova orale, poi FIT. Sì ai docenti di ruolo

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare