Concorso 2016, graduatorie di merito prorogate di un ulteriore anno. Validità quinquennale

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Le graduatorie del concorso del 2016, in alcune Regioni del Sud, presentano ancora numerosi aspiranti che attendono il ruolo, ragion per cui già con la legge di bilancio 2018 si è intervenuti per prorogarle. 

Un’ulteriore proroga sarà prevista dal decreto che disciplinerà il PAS e il concorso straordinario per i precari con 3 anni di servizio.

Graduatorie concorso 2016: validità

Le graduatorie del concorso 2016, come leggiamo nel comma 113 della legge 107/2015, hanno validità triennale a decorrere dall’anno scolastico successivo a quello di approvazione delle stesse e perdono efficacia con la pubblicazione delle graduatorie del concorso successivo e comunque alla scadenza del predetto triennio.

Legge bilancio 2018: proroga

La legge n. 205/2017 (legge di bilancio 2018) ha prorogato le graduatorie di merito del concorso 2016, bandito ai sensi della legge 107/2015, per un ulteriore anno oltre il previsto triennio:

Le graduatorie del concorso di cui all’articolo 1, comma 114, della legge 13 luglio 2015, n. 107, conservano la loro validita’ per un ulteriore anno, successivo al triennio di cui all’articolo 400, comma 01, secondo periodo, del testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado, di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297.

Decreto: proroga

Il decreto che dovrà essere approvato prevede un’ulteriore proroga di un anno:

Le graduatorie del concorso di cui all’articolo 1, comma 114, della legge 13 luglio 2015, n. 107, conservano la loro validità per un ulteriore anno, oltre al periodo di cui all’articolo 1, comma 603, della legge 27 dicembre 2017, n. 205.

Validità graduatorie di merito 2016

Alla luce di quanto detto sopra, le graduatorie di merito del concorso 2016 avranno validità quinquennale a decorrere dall’anno scolastico successivo a quello di approvazione delle stesse:

  • 3 anni previsti + 1 anno di proroga (legge bilancio 2018) + 1 anno di proroga (nuovo decreto).

NB: ricordiamo che il decreto può subire ancora delle variazioni, considerato che è stata diramata una bozza, già pubblicata dalla nostra redazione

Versione stampabile
anief banner
soloformazione