Concorso 2016. Docenti specializzandi e abilitandi, perché non farli partecipare con riserva?

Stampa

L'on. Maria Marzana (M5S), nella seduta del 9 giugno u.s. della Commissione Cultura della Camera, ha posto un'interrogazione al Governo, relativa alla possibilità di partecipazione al concorso in atto di alcune categorie di docenti e alle abilitazioni conseguite all'estero. 

L'on. Maria Marzana (M5S), nella seduta del 9 giugno u.s. della Commissione Cultura della Camera, ha posto un'interrogazione al Governo, relativa alla possibilità di partecipazione al concorso in atto di alcune categorie di docenti e alle abilitazioni conseguite all'estero. 

Nello specifico, la Marzana ha chiesto una valutazione da parte del Governo sulla possibilità di far partecipare con riserva al concorso 2016 quei docenti, che stanno conseguendo la specializzazione per le attività di sostegno, e quelli che stanno conseguendo l'abilitazione tramite PAS; qualora ciò non fosse possibile, l'Onorevole ha chiesto di vagliare la possibilità di dar vita ad una fase transitoria per  valorizzare il percorso abilitante e tutelare tali docenti o ad iniziative atte ad assumerli in ruolo.

La Marzana ha chiesto, inoltre, un parere del Governo sulla nuova prassi di recarsi all'estero, ad esempio in Romania,  per conseguire l'abilitazione, cosa possibile addirittura in 15 giorni.

Riguardo ai primi due quesiti, l'Onorevole pentastellata ha, infine,  evidenziato il fatto che il mancato conseguimento del titolo di specializzazione e abilitazione (che i docenti in questione conseguiranno a breve o hanno già conseguito pochi giorni dopo la scadenza dei termini per presentare domanda di partecipazione al concorso) non è da attribuire ai corsisti ma all'amministrazione.

Le risposte del Governo, nella persona del Sottosegretario Toccafondi, sono state ritenute dalla Marzana insoddisfacenti ed evasive. 

Il sottosegretario, infatti, ha risposto affermando che l'abilitazione e la specializzazione rappresentano il requisito d'accesso al concorso e che i docenti che hanno conseguito l'abilitazione e la specializzazione al sostegno, successivamente alla data di scadenza di partecipazione al concorso per titoli ed esami, indetto lo scorso 23 febbraio, potranno inserirsi nelle graduatorie di istituto di II fascia per l'attribuzione dei contratti a tempo determinato, nelle more dell'espletamento dei successivi concorsi.  Concorsi che, grazie alla legge n. 107, in particolare al comma 113, saranno banditi d'ora in avanti a cadenza triennale.

Quanto al terzo quesito, il sottosegretario non ha nemmeno risposto.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur