Concorso 2016: diplomati ISEF sciolgono la riserva. Vittoria Anief

Stampa

comunicato Anief – Il TAR Lazio emana una nuova sentenza di pieno accoglimento che conferma il diritto dei diplomati ISEF alla partecipazione al concorso a cattedra 2016 dando, così, piena ragione all’Anief e confermando la possibilità di partecipazione dei docenti in possesso di diploma ISEF alle procedure selettive del concorso 2016 per le relative classi di concorso di Scienze motorie e sportive negli istituti di istruzione secondaria di I e II grado. 

Confermato, infatti, dal TAR Lazio l’annullamento in via definitiva dell’art. 3, del D.D.G. 23 febbraio 2016 n. 106, nella parte in cui non ammette a partecipare alla procedura concorsuale anche i docenti che hanno conseguito diploma ISEF. Ai fini della partecipazione a concorsi pubblici, infatti, la nuova sentenza del Tribunale Amministrativo accoglie in toto le tesi patrocinate dal legale Anief Vincenzina Salvatore, ribadendo come “il bando n. 105, 106, 107 del 2016, con particolare riferimento all’art. 3 che non ammette la partecipazione dei docenti non abilitati, è stato definitivamente annullato in parte qua con la sentenza n. 3705/18 del Consiglio di Stato. Tale clausola del bando, dunque, in quanto ormai definitivamente annullata nei confronti di tutti i concorrenti che avevano provveduto tempestivamente ad impugnarla, è divenuta inopponibile ai ricorrenti. Invero l’annullamento di un atto amministrativo generale, nella parte in cui ha un contenuto inscindibile, produce effetti erga omnes”.

Il Ministero dell’istruzione, ora, dovrà procedere allo scioglimento della riserva nei confronti di tutti i ricorrenti interessati e che hanno superato con successo le prove concorsuali per le classi di concorso di Scienze Motorie, posizionandoli all’interno delle relative Graduatorie di Merito a pieno titolo e in via definitiva o confermando il loro contratto a tempo indeterminato su cui non è più pendente la clausola rescissoria eventualmente inserita. “Questa è un’ulteriore conferma della correttezza del nostro operato – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – il bando del concorso 2016 escludeva illegittimamente anche i docenti in possesso di diploma ISEF e il Tribunale Amministrativo non poteva che confermare le nostre tesi. Adesso la posizione di quanti hanno superato con successo le prove concorsuali sarà consolidata e il loro inserimento nelle Graduatorie di Merito sarà confermata in via definitiva, così come senza riserva sarà la loro immissione in ruolo, se collocati o già individuati in posizione utile”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur