Concorso 2016. Compensi commissione: emendamento al vaglio del Governo. MEF: tenere sotto controllo la spesa pubblica

Stampa

Il concorso a cattedra 2016 inizierà giorno 28 aprile con le prime prove scritte, mentre la costituzione delle commissioni giudicatrici è tutt'altro che definita, come testimonia il fatto che solo due USR hanno proceduto alla nomina dei commissari e dei presidenti. 

Il concorso a cattedra 2016 inizierà giorno 28 aprile con le prime prove scritte, mentre la costituzione delle commissioni giudicatrici è tutt'altro che definita, come testimonia il fatto che solo due USR hanno proceduto alla nomina dei commissari e dei presidenti. 

Le suddette nomine, in realtà, hanno riguardato una sola commissione e per una sola classe di concorso. Come abbiamo riferito in diversi articoli, i motivi per i quali si sono palesate le suddette difficoltà sono diversi, primo fra tutti il compenso previsto, considerato a ragione irrisorio.

Il Premier e il ministro Giannini si sono impegnati a raddoppiare i compensi per presidenti e commissari, tramite un emendamento al DDL Scuola e Università, con il quale si prevede lo stanziamento di 10 milioni di euro.

Tale proposta è adesso al vaglio del Governo per poi approdare in settimana in Senato. Sarà adesso compito del ministro Boschi riuscire a trovare il giusto equilibrio tra le richieste provenienti dal mondo della scuola, ossia di ricompensare adeguatamente coloro i quali avranno un compito di grande responsabilità, e la richiesta del Ministro dell'Economia di tenere sotto controllo la spesa pubblica.

Ricordiamo che, allo state attuale, i compensi lordi sono, per i presidenti, di 250 euro più 0.50 centesimi per ciascun  candidato esaminato, mentre per i commissari sono di 209,00 euro più 0.50 centesimi per ciascun  candidato esaminato. Tali compensi si abbassano per le sottocommissioni: 104 euro più  più 0.50 centesimi per ciascun  candidato esaminato.

Se il suddetto emendamento venisse approvato, il compenso salirebbe a circa 700-800 euro per i commissari e a circa 3/4 mila euro per i Presidenti.

Considerato il lavoro che aspetta le commissioni, le cifre continuano ad essere inadeguate, come testimonia il fatto che la notizia del raddoppio dei compensi non ha invogliato i docenti a presentare domanda.
 
 Tutto sul concorso a cattedra

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur