Concorso 2016, Calderoli: commissari troppo severi al nord, come per gli esami di maturità

WhatsApp
Telegram

Il vice presidente del Senato, il leghista Roberto Calderoli, interviene sul concorso docenti 2016, commentando i dati relativi alle bocciature dei docenti e confrontando il numero di bocciati nelle regioni del Nord con quello delle altre regioni. 

Il vice presidente del Senato, il leghista Roberto Calderoli, interviene sul concorso docenti 2016, commentando i dati relativi alle bocciature dei docenti e confrontando il numero di bocciati nelle regioni del Nord con quello delle altre regioni. 

Nello specifico, il senatore leghista confronta la percentuale di bocciati in Lombardia (70%) con quella di altre regioni, dove la medesima scende al 40% ed anche al 31%.

La motivazione delle suddette percentuali non può ricercarsi, secondo Calderoli, nella preparazione dei candidati, ma piuttosto nella diversità di giudizio tra le varie commissioni, più rigorose nella regione lombarda che altrove.

Del resto, tale diversità di giudizio, prosegue il vice presidente del Senato, è emersa anche nella valutazione degli studenti agli esami di maturità 2016 con il maggior numero di diplomati con lode nelle regioni meridionali.

La soluzione delle disparità sopra illustrate non può che essere, conclude Calderoli, il Federalismo in modo che lo Stato possa rispondere alle esigenze dei singoli territori.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur