Concorsi scuola secondaria, per quante classi di concorso si può partecipare. Cosa indicherà il bando, cosa inserire nella domanda

WhatsApp
Telegram

Il MIM ha già predisposto la bozza di DM che disciplinerà i prossimi concorsi della scuola secondaria di primo e secondo grado. Cosa conteranno i bandi e cosa indicare nelle domande.

Regolamento concorsi secondaria

Il succitato DM è stato già sottoposto al parere del CSPI, per cui se ne attende adesso la pubblicazione ufficiale.

Il decreto disciplinerà i concorsi per titoli ed esami per l’accesso ai ruoli, su posto comune e di sostegno, del personale docente della scuola secondaria di primo e di secondo grado, ai sensi del DL 73/2021 (convertito in legge n. 106/2021), come modificato dal DL 36/2022 (convertito in legge n. 79/2022) e dal DL 75/2023. Tali disposizioni hanno modificato, a loro volta, il D.lgs. 59/2017, che delinea il nuovo sistema di formazione e reclutamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado.

Prossime procedure

Le prossime due procedure concorsuali saranno bandite, al fine di assicurare il conseguimento degli obiettivi assunzionali previsti dal PNRR, e rientreranno nella prevista fase transitoria, che durerà sino al 31/12/2024. La seconda sarà bandita successivamente all’attivazione dei percorsi universitari e accademici di formazione iniziale di cui all’articolo 2-bis del D.lgs. 59/2017 e dell’attuativo DPCM 60 CFU (di cui si attende la pubblicazione), in modo da far partecipare anche coloro che hanno conseguito ovvero stiano per conseguire 30 CFU/CFA del suddetto percorso. 

Per i requisiti di partecipazione alla prima e alla seconda procedura concorsuale leggi qui

Prove

Fase transitoria

Durante la fase transitoria e durante il periodo di attuazione del PNRR, il concorso si articolerà in: prova scritta costituita da quesiti a risposta multipla; prova orale; valutazione titoli.

Dopo la fase transitoria

Al termine del periodo di attuazione del PNRR e della fase transitoria, il concorso si articolerà in: eventuale prova preselettiva; prova scritta; prova orale; valutazione titoli.

La prova scritta: qualora non si svolga la prova preselettiva, sarà la medesima di quella sopra indicata, ossia costituita da 50 quesiti a risposta multipla; qualora si svolga la prova preselettiva, sarà costituita da quesiti 10 quesiti a risposta aperta.

Domande candidati

Il succitato DM contiene disposizioni anche in merito alla presentazione delle domande dei candidati, prevedendo quanto di seguito riportato:

  • la domanda di partecipazione può essere presentata, a pena di esclusione, in un’unica regione;
  • la domanda può essere presentata per una sola classe di concorso, distintamente per la scuola secondaria di primo e di secondo grado, nonché per le distinte e relative procedure sul sostegno. Dunque, un candidato può partecipare al massimo a 4 procedure: una classe di concorso per la secondaria di primo grado; una classe di concorso per la secondaria di secondo grado; sostegno per la secondaria di primo grado; sostegno per la secondaria di secondo grado;
  • il candidato, che intende partecipare per più procedure, presenta una sola domanda (per una sola regione), indicando le procedure di partecipazione;
  • la domanda è presentata in modalità telematica, secondo le indicazioni del MIM;
  • le domande sono presentate entro 30 giorni a decorrere dalla data iniziale indicata nel bando; qualora il termine per la presentazione delle domande coincida con un giorno festivo, lo stesso è prorogato di diritto al primo giorno non festivo successivo. E’ valida la domanda di ammissione pervenuta entro le ore 23.59 dell’ultimo giorno utile.

Ricordiamo che, ai sensi della legge n. 107/2015, i candidati devono versare un contributo di segreteria per ciascuna delle procedure di partecipazione, secondo le modalità stabilite nel bando di concorso.

Concorso docenti procedura straordinaria, preparati: corso e simulatore con 3.500 quesiti, 150 euro

Bando di concorso

Come indicato nel DM summenzionato, il bando di concorso deve contenere quanto di seguito riportato:

  • i requisiti generali di ammissione al concorso;
  • l’ammontare del contributo di segreteria;
  • il termine, il contenuto e le modalità di presentazione delle domande di partecipazione al concorso;
  • il contingente dei posti, distinti per regione/classe di concorso/tipo posto;
  • l’organizzazione delle prove d’esame;
  • le modalità di informazione ai candidati ammessi alla procedura concorsuale;
  • l’informativa sul trattamento dei dati personali.

I bandi inoltre:

  • in caso di esiguo numero di posti da assegnare, possono prevedere l’aggregazione territoriale delle procedure concorsuali; ulteriori aggregazioni possono essere disposte (con decreto del Direttore generale per il personale scolastico), in caso di esiguo numero di aspiranti;
  • prevedono una riserva di posti, pari al 30% per ciascuna regione, classe di concorso e tipologia di posto, in favore di coloro che hanno svolto, entro il termine di presentazione delle domande di partecipazione al concorso, un servizio presso le scuole statali di almeno tre anni scolastici, anche non continuativi, nei dieci anni precedenti, valutati ai sensi dell’articolo 11, comma 14, n. 124/99.

Concorso docenti fase straordinaria, bando atteso ad agosto. Disponibili 30mila posti

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno IX ciclo. Corso online per il superamento della prova scritta e orale: promozione Eurosofia a soli 70€