Concorsi scuola, punteggio aggiuntivo per docenti non abilitati che hanno superato prove concorso 2016. Emendamento M5S

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Emendamento M5S al decreto Rilancio per i docenti non abilitati che hanno superato le prove del concorso 2016 ma ai quali il Consiglio di Stato  nega il diritto di permanere in graduatoria ai fini dell’assunzione. 

EMENDAMENTO

Articolo 230.

Dopo il comma 2, aggiungere il seguente:

3.A decorrere dall’anno scolastico 2020/2021, ai vincitori delle prove suppletive, privi del titolo abilitante, relative ai concorsi per personale docente indetti ai sensi dei decreti del Direttore Generale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nn. 105, 106 e 107 del 23 febbraio 2016, che intendono partecipare alla procedura concorsuale ordinaria di cui al comma 2, prevista dall’articolo 17, comma 2, lettera d), del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59 e alla procedura straordinaria di cui al comma 1, prevista dall’articolo 1 del decreto-legge 29 ottobre 2019, n. 126, convertito con modificazioni dalla legge 20 dicembre 2019, n. 159, è riconosciuto un punteggio aggiuntivo. Con decreto del Ministro dell’Istruzione sono determinate le modalità e i criteri per l’attribuzione del punteggio aggiuntivo, riconosciuto ai vincitori delle prove suppletive dei concorsi dell’anno 2016, privi del titolo abilitante.
GALLO, VACCA, CASA, BELLA, CARBONARO, DE SESTO, LATTANZIO, MARIANI, MELICCHIO, TESTAMENTO, TUZI, VALENTE.

Relazione Illustrativa
L’emendamento propone il riconoscimento di un punteggio aggiuntivo per i vincitori delle prove suppletive relative ai concorsi per personale docente indetti nell’anno 2016, privi del titolo abilitante, che intendano partecipare alla procedura concorsuale ordinaria o straordinaria, di cui ai commi 1 e 2 del presente decreto.

Versione stampabile
Argomenti: