Concorsi scuola, accertamento delle competenze linguistiche è solo in inglese. Riferimento normativo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nei concorsi scuola attesi entro la fine di febbraio ci saranno apposite parti delle prove in cui i docenti dovranno dimostrare competenze di lingua inglese al livello almeno B2.

Non serve presentare nessuna certificazione, ma bisognerà dimostrare di aver raggiunto tale livello di competenza.

Nel concorso straordinario secondaria i quesiti per l’accertamento della lingua inglese saranno 5, all’interno delle 80 domande.

Nel concorso ordinario primaria nella prova scritta un quesito, articolato in otto domande a risposta chiusa, sarà volto alla verifica della comprensione di un testo in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue.

Inoltre nella prova orale la commissione interloquisce con il candidato e accerta altresì la conoscenza della lingua inglese.

Nel concorso ordinario secondaria l’accertamento della conoscenza della lingua inglese può avvenire

  • nell’eventuale preselettiva
  • nella prova orale la commissione interloquisce con il candidato e accerta altresì la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue

Perché solo inglese

Ai sindacati che chiedevano di far scegliere ai candidati, come nei precedenti concorsi, una lingua in alternativa all’inglese, il Ministero ha risposto

L’accertamento delle competenze linguistiche, previsto nell’ambito di tutte le procedure concorsuali, è stato limitato alla lingua inglese in virtù del novellato articolo 37 del d. lgs. 165/2001. Il d.lgs. 25 maggio 2017, n. 75 (successivo al d.lgs. n. 59/2017), ha infatti sostituito, in via generale e per tutte le pubbliche amministrazioni, all’accertamento “ di almeno una lingua straniera” quello della sola lingua inglese.”

I CORSI DI PREPARAZIONE DI ORIZZONTE SCUOLA FORMAZIONE

Concorso straordinario secondaria

Concorso ordinario secondaria

Concorso infanzia e primaria

Versione stampabile