Concorsi primaria, secondaria con 36 mesi di servizio o 24 CFU. A che punto sono

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Attesi per fine 2018, da espletare nel corso del 2019 i concorsi sia per infanzia e primaria che per la secondaria. A che punto è l’iter per ciascuno di essi.

Concorso straordinario infanzia e primaria

Il Ministro Bussetti ne ha definito l’avvio “imminente”. Oggi viene presentata ai sindacati la bozza del decreto in cui vengono definiti criteri e modalità, che è intenzione del Ministero pubblicare entro il 10 ottobre. Considerati i tempi dei successivi passaggi, l’obiettivo è pubblicare il bando entro fine anno. I requisiti di accesso

Concorso ordinario infanzia e primaria

Contestualmente al concorso straordinario il Miur vuole bandire anche il concorso ordinario, al quale potranno accedere sia i diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02 sia i laureati in Scienze della formazione primaria, indipendentemente dal servizio svolto. Probabilmente però la procedura non verrà avviata in tutte le regioni.

Concorso docenti con 36 mesi di servizio

Ci sono buone possibilità che venga espletato nel corso del 2019. Al momento il blocco è legato a problemi tecnici, ossia il supporto informatico non sarebbe pronto ad accogliere le domande.

Concorso laureati con 24 CFU

Questo è invece un capitolo tutto aperto. Il Ministro Bussetti ha già fornito qualche anticipazione che non fa sperare in una pubblicazione a breve del bando. E’ possibile infatti che i 24 CFU in discipline

antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche passino da requisito di accesso a titolo aggiuntivo. Per far ciò sarà necessaria una modifica legislativa al Decreto n. 59/2017 con tempi non ipotizzabili.

In ogni caso le novità saranno: il bando solo su posti certi e la permanenza sul posto per un tot numero di anni dopo l’assunzione.

Versione stampabile
soloformazione